Venerdì 20 Gennaio 2017 ore 17:01
RUBRICHE VITERBO
Obbligo di iscrizione alla cassa forense: è caos!
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ritiene illegittimo il regolamento della Cassa

LA NOTA DEL MINISTERO "Non sarebbe ragionevole considerare iscritto a una cassa di previdenza alcun soggetto, senza aver prima disciplinato le conseguenze di detta iscrizione, con particolare riferimento alla determinazione dei parametri finalizzati all`individuazione degli oneri economici gravanti sugli assicurati, posto che non potrebbe esservi iscrizione alla Cassa senza il versamento dei contributi".

REGOLAMENTO CASSA ILLEGITTIMO Con questa nota, in parole povere, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali boccia il regolamento della Cassa Forense ed, in particolare,  il comma 8 dell`art. 21 della Legge n.247/2012,  che dispone la contestuale iscrizione alla Cassa per chi si iscrive agli Albi.

I GIOVANI AVVOCATI RESPIRANO Con questo articolo la Cassa introduceva un regime contributivo agevolato per le toghe con redditi inferiori a 10.300 euro annui. Una "agevolazione" che aveva fatto insorgere i giovani avvocati che, soprattutto all'inizio, guadagnano poco o nulla e che, con il nuovo regolamento della cassa sarebbero stati costretti a versare un contributo, sì inferiore rispetto a quello ordinario, ma pur sempre di 800-850 euro l'anno.

E ORA CHE FARA' LA CASSA FORENSE? Una cifra che avrebbe scoraggiato ulteriormente l'avvio di una professione sempre più difficile da intraprendere e da portare avanti in maniera professionale e dignitosa. Tutto finito? Non proprio. Certo la Cassa dovrà uniformarsi al diktat del Ministero ma la sensazione è che nuovi capitoli dell'annosa vicenda ed annesse polemiche potrebbero rispuntare presto all'orizzonte.


ARTICOLI CORRELATI
L'Avv. Nevi, delegato della Cassa per il distretto del Lazio: "Decorrenza dal 1/01/2014. Gli avvocati saranno avvisati"
La sospensione vale per i legali che sono iscritti alla Cassa da non più di nove anni. I contributi verranno ricalcolati
Confermata la posizione presa dal Consiglio Nazionale Forense con la Circolare n. 10-C-2014 del 20 maggio 2014
I PIU' LETTI IN RUBRICHE
1
Nella canzone il rocker attacca i legali che "alzano il calice al cielo sentendosi Dio" per il ritardo delle sentenze
2
Luttuosi, snob e cattivi
3
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ritiene illegittimo il regolamento della Cassa
4
Il magnate uzbeko Alisher Usmanov, amante dell'arte, ha un patrimonio stimato intorno ai 14 milioni di euro
5
Comunque la mettiate: le tette hanno e avranno sempre un potere. Soprattutto sulle donne
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency