Vuoi la tua pubblicità qui?
15 Maggio 2021

Pubblicato il

A Valmontone le fototrappole in azione contro i rifiuti selvaggi

di Redazione

Elevate finora decine di sanzioni da 600 euro l'una

A Valmontone è lotta serrata a chi abbandona i rifiuti per le strade e per le campagne. Per consentirle di combattere con efficacia il fenomeno, l’Amministrazione comunale ha dotato la polizia locale di diverse fototrappole che, spostate continuamente sul territorio, hanno permesso finora di elevare decine di sanzioni da 600 euro l'una. La vastità del territorio, e l'inciviltà di molti, rende impegnativo debellare il fenomeno ma l’assessore all’ambiente, Eleonora Zianna, e il sindaco Alberto Latini ribadiscono di voler proseguire con fermezza sulla tolleranza zero contro chi mette a repentaglio ogni giorno la tutela ambientale. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Per fortunacommenta l’assessore Ziannala maggior parte dei cittadini di Valmontone stanno effettuando in modo attento e costante la raccolta differenziata, utilizzando il centro di raccolta di via Casilina per gli ingombranti. Purtroppo, però, c’è anche chi continua a scaricare sacchetti a bordo strada o fuori delle isole tecnologiche del centro storico ed è questi che vogliamo colpire per migliorare ancora la pulizia e il decoro della nostra città”. “Oltre alle sanzioni elevate alle auto, – precisa il sindaco Latini individuate tramite le targhe, le foto trappole hanno sorpreso a gettare rifiuti in modo irregolare anche numerose persone a piedi. In questi casi l’identificazione è più macchinosa ma, con l’aiuto dell’anagrafe, stiamo risalendo alle loro identità e, allo stesso modo, provvediamo a multare chi sporca. Spero che, col tempo, in questo modo si arrivi a comprendere che non si tollerano più queste cose e tutti si inizi ad andare nella stessa direzione, quella di una Valmontone pulita e moderna”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Vuoi la tua pubblicità qui?

LEGGI ANCHE:

Roma, marito picchia la moglie perché non voleva più fare la prostituta

Bomba in auto per ex Maresciallo dei Carabinieri. E' successo ad Affile

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento