Vuoi la tua pubblicità qui?
01 Ottobre 2020

Pubblicato il

Accumoli, arrestati due stranieri per rapina

di Redazione

Due romeni stavano compiendo un furto presso un deposito di materiali edili

I Carabinieri della compagnia di Cittaducale, unitamente a quelli della stazione di Accumoli, a conclusione di articolata attività investigativa svolta a seguito di una rapina perpetrata in Accumoli nel mese di marzo 2012, hanno dato esecuzione a misura cautelare emessa dall’autorità giudiziaria nei confronti di 2 stranieri, di etnia romena, successivamente localizzati nel teramano.
Nello specifico i due romeni, la mattina dell’8.3.2012, mentre stavano compiendo un furto presso un deposito di materiali edili ubicato nel comune di Accumoli, e avevano terminato di caricare la refurtiva sul loro autocarro, costituita da numerose griglie per tombini, in ghisa e ferro, tubazioni varie, numerosi attrezzi da lavoro, fili elettrici in rame e parti meccaniche di escavatori, per un valore complessivo di euro 5.000,00, venivano sorpresi dal proprietario che li affrontava.

Vuoi la tua pubblicità qui?

I due, vistisi scoperti, al fine di assicurarsi l’impunità e il bottino, aggredivano la vittima derubandola anche del telefono cellulare e delle chiavi della propria autovettura, per evitare che potesse chiamare i soccorsi.
Le prime ricerche condotte dai Carabinieri non consentivano di fermare i fuggitivi che riuscivano a far perdere le loro tracce.
Le successive indagini permettevano di identificare i due in M.C.I. di anni 25 e I.D. di anni 28, entrambi con precedenti penali, disoccupati e dimoranti nel comune di Silvi Marina (Te).
A conclusione delle indagini, coordinate dal sostituto procuratore della repubblica presso il tribunale di Rieti – dr.ssa Cristina Cambi, M.C.I. è stato condotto presso la propria abitazione ove è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, mentre per il I.D., il provvedimento è stato notificato in carcere ad Avezzano ove si trova ristretto per altro reato.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento