Vuoi la tua pubblicità qui?
13 Maggio 2021

Pubblicato il

“AD ARTE” in direzione Ostinata e Contraria di Igor Mattei

di Redazione

"AD ARTE ,Calcata Teatro Cine Festival".ideata da Igor Mattei e Marina Biondi

Sabato 20 dicembre, ore 16,45 a CALCATA, presso dell'Ass.Ne Cult. Il GRANARONE,in via di porta segreta n. 9 

Vuoi la tua pubblicità qui?

DILLINGER presenta:
"In direzione Ostinata e Contraria… AD ARTE"
a cura di Igor Mattei 
con la collaborazione di Francesco Spagnoletti e Corinn Alborghetti

IL DOCUFILM di

"AD ARTE ,CalcataTeatroCineFestival".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Rassegna di teatro e cinema di regia e sperimentazione indipendenti.
Ideata e diretta da Igor Mattei e Marina Biondi 
L' EDIZIONE ZERO

CHI C 'ERA ALL' ANTEPRIMA A ROMA HA DETTO :
"Ad Arte" non è solo una rassegna di arti sceniche. È energia, pelle d'oca, è il posto dove le Muse si battono il cinque. 

Igor Mattei e Marina Biondi sono due artisti tenaci, gente da "La película del rey", e stasera erano circondati da persone malate quanto loro della stessa arte. 
Da questa sera, lo so, qualcosa dentro di me ha definitivamente smesso di dormire.
Posso solo unirmi a quanti hanno espresso la loro gratitudine a questi due tsunami viventi.A bien tôt, les frères ". Roberto Costantini (regista) 

"Viva Calcata, Igor e Marina !" Pino Pellegrino (casting)
"Bravissimi,ragazzi! A Roma è stato bellissimo" Mita Medici (attrice) 
"Bravi !" Luca De Bei (attore ,regista ,drammaturgo)
"Bravissimi ,ragazzi e grazie per il vostro fegato " Adriano Marenco (drammaturgo)

Ingresso su prenotazione:
Contatti
[email protected]
0761 58 76 17 – 320 6614717 – 329 1611628

Il video vuole raccontare per emozioni e narrare per immagini un'impresa che sembrava impossibile: la realizzazione “in direzione ostinata e contraria” della prima edizione,completamente autoprodotta , di questo nostro festival, svoltasi nel luglio del 2014 a Calcata.

La realizzazione del documentario è nata, in prima istanza, dal desiderio di continuare a promuovere, a rassegna finita, l’evento; ma poi è andato ben oltre. La molteplicità e quantità di materiale video di ogni tipo è stato raccolto nell'arco di tempo che va dalla preparazione fino al debutto e poi alla chiusura della prima edizione, messa a segno con la forza della determinazione, sostenuta dalla rabbia e dall'orgoglio di rivendicare la storia di artisti, capaci e caparbi. 

Con l'indispensabile aiuto di Francesco Spagnoletti , dopo aver selezionato tutto lo sconfinato materiale, il regista del video, Igor Mattei, ha scelto di voler narrare, da un punto di vista formale, la gestazione e la realizzazione di questa edizione “zero” attraverso il montaggio di immagini, letteralmente rubate in quei giorni magmatici e , di varia natura e provenienza (professionali e non) in uno stile volutamente meticcio, ”sporco”, imperfetto, come d'altra parte lo è stata la prima edizione nel suo configurarsi e materializzarsi davanti ai nostri occhi. 

Dal suo inizio ancora incerto e traballante, cui corrispondono riprese arrangiate alla buona, in assoluta solitudine, attraverso un semplice telefonino, all'allestimento del nuovo teatro alla greca e all'arrivo di aiuti da parte di amici e colleghi che si sono prestati a mettere a disposizione il proprio talento naturale dietro ad una videocamera, all'aprirsi e al dispiegarsi della rassegna e all'arrivo di videomakers professionisti, fino allo “spegnersi dei riflettori” con l'ultima serata, che va a coincidere, dal punto di vista filmico, con un ritorno a quelle immagini dichiaratamente approssimative e senza alcuna pretesa estetica girate dallo stesso regista per non perdere alcun istante di vissuto e rubare fino all'ultimo istante, ogni frazione di emozione e di atmosfera a questa “incredibile” impresa, che così conclude: “Abbiamo invece e infine tentato da un punto di vista tematico, sempre in fase di montaggio, il difficile compito di raccontare, su molteplici piani contenutistici intrecciati, la storia e il nostro amore per il paese di Calcata che ci ha ospitati, la passione per il nostro mestiere, le infinite peripezie e difficoltà per riuscire a realizzare questo evento, i suoi momenti più belli e quelli più difficili; di ritrarre tutti gli artisti, gli spettacoli, le situazioni e le persone che con la loro presenza, consapevole e non, l' hanno reso possibile.

Vuoi la tua pubblicità qui?

 Noi ci auguriamo di essere riusciti nell'intento di restituirvi tutto questo, con la soddisfazione, ad ogni modo, di essere stati in grado, insieme a tutti coloro che ci hanno creduto insieme a noi, di trasformare le onde che ci avrebbero potuto far naufragare in forza propulsiva e creativa. Siamo pronti a rimetterci in mare a navigare e a spingerci ancora un po' più in là. Contiamo anche sull'aiuto di tutti coloro che vorranno imbarcarsi con noi”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento