Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Dicembre 2022

Pubblicato il

Aggressione Terracina, giovane pestato in un bar: arrestati 3 pregiudicati di Fondi

di Redazione
Lo hanno deriso e poi picchiato per il suo orientamento sessuale, ora devono rispondere di lesioni aggravate
Stazione Carabinieri di Terracina con auto

Tre pregiudicati di Fondi sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari mentre una quarta persona dovrà presentarsi ai carabinieri di Terracina per quattro giorni alla settimana. Sono le misure eseguite dai carabinieri della compagnia di Terracina, con unità cinofile del Nucleo di Roma-Santa Maria di Galeria e di un elicottero del Raggruppamento Aeromobili Carabinieri di Pratica di Mare, in relazione alla brutale aggressione avvenuta il 31 agosto scorso in un bar di Terracina, in provincia di Latina, di cui fu vittima in un bar un giovane.

Fu aggressione omofoba nel bar a Terracina

Secondo quanto ricostruito gli indagati, agendo in gruppo, con un quinto individuo ancora non identificato, hanno minacciato con frasi intimidatorie e discriminatorie, connesse al suo orientamento sessuale, un giovane terracinese che stava consumando la colazione, colpendolo violentemente con calci e pugni, anche al capo, utilizzando, un portacenere in metallo, recuperato dai tavolini presenti nell’esercizio. Il giovane aveva riportato un trauma cranico con ferite lacero contuse al capo e contusioni multiple. La violenza del gruppo è stata ripresa dalle telecamere del sistema di video-sorveglianza installato nei locali del bar. Gli indagati sono ritenuti responsabili di concorso in lesioni aggravate.

Da qui, i carabinieri della stazione di Terracina hanno avviato le indagini e sono riusciti a identificare quattro dei responsabili, tre dei quali con precedenti specifici per gravi reati contro la persona. Per tale ragione, a loro carico è stata contestata la recidiva infraquinquiennale, anche specifica e reiterata.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo