Vuoi la tua pubblicità qui?
21 Settembre 2020

Pubblicato il

Alla Juve basta un gol di Mandzukic per superare la Roma: a Torino è 1-0

di Redazione

Decisiva la rete del centravanti croato, in una partita sporca e tenuta in piedi dai miracoli di Robin Olsen

Dopo i tre punti di domenica scorsa col Genoa, che hanno preservato la Roma da una settimana di polemiche e, forse, Di Francesco dall'esonero, i giallorossi fanno visita alla capolista Juventus. Sfida al limite dell'impossibile per i capitolini, in un Allianz Stadium dove nessuno in Italia è riuscito a vincere in questa stagione e che ha visto i bianconeri cadere solamente in occasione della sfida di Champions con il Manchester United, vinta dagli inglesi in maniera rocambolesca. 
Per Di Francesco scelte praticamente obbligate, con De Rossi che non va neanche in panchina e Dzeko non ancora pronto a partire titolare. In difesa torna Santon sulla fascia destra con Florenzi schierato invece alto a sinistra, in virtù della sua maggiore disponibilità in fase di non possesso rispetto a Kluivert, che si accomoda in panchina. Sulla mediana confermata la coppia composta da N'Zonzi e Cristante, con Zaniolo a supporto dell'unica punta Schick. Proprio l'attaccante ceco si rese protagonista esattamente un anno fa di un episodio non felice all'Allianz Stadium, quando davanti a Szczesny sprecò l'occasione del pareggio che gli capitò all'ultimo minuto.
La gara si manifesta sin da subito sporca: habitat naturale della Juventus. I padroni di casa sfiorano il vantaggio già al 7', quando Alex Sandro si ritrova tra i piedi una ghiotta occasione davanti a Olsen, ma il portiere danese compie un'uscita miracolosa e chiude la porta. La partita prosegue sempre sugli stessi binari, con le squadre che commettono imprecisioni in fase di possesso, regalando spesso il pallone in occasioni evitabili. Al 33' Olsen si mette ancora in mostra, con una bella parata su Ronaldo, ma un minuto più tardi arriva il vantaggio juventino con Mandzukic. I bianconeri recuperano palla sulla fascia destra, da dove arriva il cross di De Sciglio per l'incornata del centravanti croato che sovrasta un Santon rimasto coi piedi piantati a terra.
Nella ripresa, la Juve sfiora il raddoppio per due volte di fila, al 59' e al 60'. In entrambe le occasioni, è sempre Olsen a chiudere la porta con due interventi miracolosi. I bianconeri pian piano si abbassano per cercare di difendere il risultato, concedendo campo alla Roma. I giallorossi provano qualche attacco con gli ingressi di Perotti e Dzeko, ma mai con la giusta convinzione e trovando raramente il giusto timing nei tagli. Al 91' arriva il raddoppio della Juve con Douglas Costa, ma il VAR interviene per segnalare un fallo su Zaniolo del quale l'arbitro non si era avveduto: Massa decide quindi di annullare il gol.
Al 93' arriva il triplice fischio che sancisce la vittoria della Juventus sulla Roma per 1-0.

Vuoi la tua pubblicità qui?

JUVENTUS-ROMA 1-0 (35' Mandzukic)
Juventus (4-3-1-2): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Dybala, Ronaldo, Mandzukic.
A disp.: Perin, Pinsoglio, Benatia, Rugani, Spinazzola, Douglas Costa, Khedira, Can, Bernardeschi, Kean.
All. Massimiliano Allegri
ROMA (4-2-3-1): Olsen; Santon, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, Nzonzi; Ünder, Zaniolo, Florenzi; Schick. 
A disp.: Mirante, Fuzato, Marcano, Juan Jesus, Karsdorp, Luca Pellegrini, Coric, Perotti, Pastore, Kluivert, Dzeko.
All. Eusebio Di Francesco

Arbitro: Davide Massa della sezione di Imperia
Assistenti: Tegoni – Vuoto
Quarto Ufficiale: Maresca
VAR: Giacomelli
AVAR: Lo Cicero
Note: spettatori presenti 40.069 per un incasso di 2.998.455 euro.
Ammoniti: Nzonzi, Schick, Kolarov (R)

La Partita
SECONDO TEMPO
93' – Triplice fischio: Juventus batte Roma per 1-0.
91' – VAR ANNULLA IL RADDOPPIO DELLA JUVE! I bianconeri erano andati in rete con Douglas Costa, ma il gol era nato da una palla persa di Zaniolo causata da un fallo inizialmente non sanzionato.
90' –
3 minuti di recupero
88' – Szczesny blocca con un tuffo plastico una deviazione aerea di Cristante da calcio di punizione laterale.
87' – Zaniolo pericoloso con un tiro dal limite stoppato dalla difesa bianconera.
80' – Ammonito Schick per una trattenuta.
79' – Nella Juve entra Douglas Costa per Dybala.
78' – Ultima sostituzione per la Roma: Dzeko al posto di N'Zonzi.
75' – La Juve si è abbassata e ora è la Roma ad avere la supremazia territoriale.
70' – Nella Roma entra Perotti al posto di un impalpabile Ünder.
70' – Nella Juve entra Emre Can al posto di Pjanic.
69' – Gol annullato alla Juve per carica sul portiere da parte di Chiellini.
60' – Olsen salva ancora la Roma su una deviazione di Ronaldo da posizione ravvicinata da corner.
59' – Altro miracolo di Olsen, che va a togliere dalla porta un colpo di testa di Cristiano Ronaldo praticamente già dentro.
58' –
Colpo di testa centrale di Fazio da corner: Szczesny blocca senza problemi.
55' – 10 minuti dalla ripresa e ancora tanti errori in campo.
45' – La Roma dà il via al secondo tempo. Kluivert è entrato al posto di Florenzi.

PRIMO TEMPO
45' –
Fine primo tempo, squadre negli spogliatoi.
42' – Si fa vedere la Roma: Schick recupera palla e guida la transizione, con Santon che crossa per N'Zonzi che di testa centra Szczesny.
39' – Giallo a N'Zonzi per un fallo a centrocampo su Mandzukic.
34' – GOL DELLA JUVE! MANDZUKIC! Cross dalla destra di De Sciglio, che mette un pallone lento sul secondo palo, dove Santon viene sovrastato da Mandzukic. 1-0.
33' –
Altra bella parata di Olsen, su un tiro dalla sinistra di Ronaldo, che aveva cercato di metterla a giro sul secondo palo.
30' – Tanti errori di misura da una parte e dall'altra.
17' – Grande progressione di Alex Sandro, che poi calcia dal limite ma Olsen mette in corner.
12' – La Roma fatica a uscire dalla propria metà campo.
7' – Super parata di Olsen a tu per tu con Alex Sandro, partito in posizione dubbia.
4' –
Buona occasione con N'Zonzi che dal limite spara alto.
1' – Juve subito pericolosa su calcio piazzato.
0' – Calcio d'inizio per la Juventus

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento