Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Maggio 2021

Pubblicato il

Alla Luiss Elena Bonelli in Lectio Magistralis

di Adriano Di Benedetto

Concerto di beneficenza a favore di Altea Onlus associazione che si dedica ai malati terminali Foto

Ieri sera Elena Bonelli ha portato la Canzone Romana all’interno dell’Univerità Internazionale Luiss Guido Carli.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Dopo la riuscitissima Lectio Magistralis “Dallo Stornello al Rap” tenuta dalla cantante e attrice il primo Ottobre nella Sala delle Colonne della stessa Università, i vertici dell’Istituto hanno deciso di ospitare nel proprio auditorium il Talkoncert “Canto di vita tra Roma e Napoli”.

Un saluto di benvenuto fatto dal direttore generale dell’Istituto Giovanni Lo Storto e da Claudia Monti presidente Antea Onlus.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La cantante ha messo ha confronto la canzone Romana con quella Napoletana, analizzandole in tutte le loro componenti sia artistiche che sociali, trasformando la teoria della Lectio in spettacolo musicale.

Una formula nuova, con cui la Bonelli rende giustizia all’espressione canora popolare di Roma che, pur possedendo matrici di bellezza e profondità artistica pari a quella napoletana, non è mai assurta a “canzone nobile”, né è mai andata fuori le mura capitoline, né ha mai avuto l’attenzione degli intellettuali e della critica, nei secoli e sino ad oggi.

Dallo stornello di ieri, improvvisato nelle trattorie, serpeggiato nei vicoli come sfottò per raccontare la cronaca, esploso nelle feste popolane e di quartiere, si percorrono 10 secoli di canzone romana, che approda e pulsa nel Rap, il nuovo linguaggio musicale di oggi, con lo stesso spirito dello stornello di ieri.

Un bel momento è stato quando la voce storica di Radio Radio Stefano Raucci ha intervistato la Bonelli facendo a Lei domande di ogni tipo.

La serata è stata fatta anche a nome della solidarietà, tutti i proventi della serata sono andati a favore dell’associazione Antea Onlus, che assiste i malati terminali con cure palliative e soprattutto contro il dolore per la quale Elena si adopera da tempo.

Auditorium gremito, in platea ad applaudire la musica della romanità tanti amici dal maestro Gianni Mazza, Rosanna Lambertucci, Tommaso Zanello detto er Piotta, Cesare Ranucci “figlio del grande Renato Rascel” con la moglie Jennifer, Stefania Giacomini, Stefano e Daniela Traldi e tanti altri.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento