Anzio, Lavinio: 2 arresti per sequestro di persona ed estorsione

Nella tarda mattinata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Anzio hanno arrestato due italiani, un 43enne di Aprilia e un 36enne di Ardea, accusati di sequestro di persona ed estorsione in concorso.

I due sono stati individuati presso un’abitazione di Lavinio, dove nei giorni scorsi avevano svolto dei lavori di muratura, coadiuvati da un imbianchino di Fiano Romano, che però, a loro avviso, non avrebbe svolto il suo lavoro a regola d’arte.

Ieri mattina si sono quindi incontrati presso la stessa abitazione per chiarire la vicenda e ne sarebbe nata una discussione animata. Nel corso della lite l'imbianchino sarebbe stato sequestrato e trattenuto come ostaggio sotto minaccia di una pistola – poi rivelatasi una scacciacani. Il tutto nell’attesa che suo fratello, che lo aveva accompagnato a Lavinio, si procurasse una somma ritenuta congrua a risarcire la cattiva esecuzione dei lavori.

Ma il fratello della vittima ha deciso di reagire chiamando i Carabinieri, che sono intervenuti in forze e hanno liberato l’imbianchino. Hanno poi arrestato i due aguzzini, sequestrando  la pistola scacciacani e uno sfollagente telescopico, anch’esso utilizzato per le minacce. I due sono stati tradotti nel carcere di Velletri e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

LEGGI ANCHE

Roma, Traffico internazionale di cocaina dal Sud Amarica. 9 arresti

Fara in Sabina, Grave incidente: Centauro sbalzato dal sellino

Vallepietra, 16enne tenta di recuperare cellulare e cade da un dirupo