Vuoi la tua pubblicità qui?
31 Luglio 2021

Pubblicato il

Appena scarcerato ricomincia a rubare insieme a figlio di 10 anni

di Redazione

E' stato arrestato ieri pomeriggio, insieme ad un complice, mentre il figlio di 10 anni lo attendeva in macchina

Era stato “al fresco” fino al 26 agosto ma evidentemente il caldo trovato all’uscita lo ha forse spinto a “rientrare”. Lo stato di libertà è di nuovo terminato ieri pomeriggio per C.F. 45enne romano, che insieme a P.A. anche lui romano, di 40 anni, è stato sorpreso a rubare su un’autovettura ed è stato arrestato dagli Agenti della Polizia di Stato.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Poco prima delle 16, infatti, gli uomini del Commissariato Esposizione hanno notato un individuo che, nei pressi del parcheggio della Regione Lazio, dopo essere sceso dal lato passeggero di un’autovettura, ha raggiunto un altro veicolo in sosta con un oggetto metallico in mano. Avvicinandosi, hanno potuto vedere l’uomo che dapprima ha smontato la borchia della ruota anteriore destra e subito dopo ha infranto il vetro del finestrino con il crick.

Alla vista della pattuglia, C.F. ha tentato immediatamente di disfarsi dell’oggetto nonché di un paio di forbici da elettricista, ma è stato bloccato. Nell’auto che lo attendeva, i poliziotti hanno trovato insieme al complice anche un bambino di dieci anni, risultato essere il figlio dello stesso. A seguito della perquisizione dell’auto è stato rinvenuto un borsello contenente alcuni arnesi meccanici, tra cui diverse chiavi a bussola utili per smontare i bulloni antifurto dei cerchi delle ruote, nonché una chiave a croce utile per smontare le ruote stesse. Inoltre sono state trovate alcune parti meccaniche di autovetture, evidentemente smontate in precedenza. I due romani sono stati quindi tratti in arresto per tentato furto aggravato, mentre il bambino è stato affidato ad un familiare.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento