Vuoi la tua pubblicità qui?
08 Aprile 2021

Pubblicato il

Roma, arrestati due giovanissimi autori della truffa dello specchietto

di Redazione

Arrestati due giovani romani, che hanno tentato la fuga investendo un carabiniere e un passante

I Carabinieri della Stazione Roma Monteverde Nuovo, insieme ai colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno arrestato una coppia di romani, lui di 19 anni e lei 22enne, con l’accusa di tentata truffa, resistenza a Pubblico Ufficiale e omissione di soccorso.

I due, alla guida della loro auto, nel mese di settembre scorso, in via Portuense, nel quartiere Monteverde, simularono un sinistro stradale, convincendo un anziano 76enne romano a pagare per il danno. Successivamente, rimasti in contatto con la vittima, hanno finto che l’incidente aveva causato un fantomatico aborto alla donna e così, per l’anziano è iniziato un vero e proprio calvario con continue telefonate intimidatorie, con incessanti richieste di somme di denaro a titolo di risarcimento.

Denaro che il 76enne ha continuamente consegnato raggiungendo la cospicua somma di 40 mila euro. Fino ad alcuni giorni fa quando il figlio dell’anziano si è accorto dei continui prelievi fatti dal conto corrente ed ha chiesto spiegazioni al padre. Il 76enne in lacrime ha raccontato tutta la vicenda e si e’ rivolto ai Carabinieri per denunciare tutto.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Immediatamente sono scattate le indagini dei militari dell’Arma e non appena la coppia di truffatori è ritornata alla carica chiedendo nuovamente soldi al 76enne, i Carabinieri hanno organizzato la trappola. Al momento della consegna però la coppia, vistasi scoperta ha tentato la fuga a bordo della loro auto, investendo anche un Carabiniere ed una passante.

Ne è nato un breve inseguimento, conclusosi poco dopo con la loro cattura. Una volta arrestati dai Carabinieri, i due sono ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo. Il Carabiniere e la donna investiti durante fuga, sono stati soccorsi e medicati presso l’ospedale “San Camillo” e a causa delle lesioni riportate, ne avranno rispettivamente per due e sette giorni.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento