Vuoi la tua pubblicità qui?
19 Aprile 2021

Pubblicato il

Arrestato a Roma un funzionario dell’Agenzia delle Entrate

di Redazione

E' stato tratto in arresto in flagranza di reato per concussione. In manette anche un noto commercialista

I Militari del Comando Unità Speciali della Guardia di Finanza di Roma hanno proceduto, nel tardo pomeriggio di ieri, all’arresto in flagranza di reato, per concussione, di un funzionario dell’Agenzia delle Entrate della Direzione Provinciale di Roma 1 – Trastevere e di un noto commercialista della Capitale. Nell’ambito della ordinaria attività operativa, la Guardia di Finanza è venuta a conoscenza, mesi or sono, di una vicenda estorsiva, in cui erano coinvolti funzionari pubblici dell’Amministrazione Finanziaria, ai danni di un esercizio commerciale del Centro, per cui era stata avviata una specifica indagine con la Procura della Repubblica di Roma.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nel dettaglio, il commercialista, d’accordo con il funzionario dell’Agenzia delle Entrate aveva preannunciato un controllo fiscale, e chiesto, in via preventiva, una somma di denaro per ammorbidire l’attività. La verifica veniva puntualmente effettuata da due funzionari dell’Agenzia delle Entrate, con un accertamento che si concludeva con un verbale per violazioni amministrative per un importo di 258 euro.

Definito il controllo, il commercialista ha richiesto il denaro (12.000 euro) all’imprenditore il quale, prima di consegnarlo, ha pienamente collaborato con la Guardia di Finanza consentendo la fotocopiatura delle banconote che sono state poi date al commercialista e al funzionario dell’Agenzia delle Entrate. Nell’ambito della successiva attività i militari della Guardia di Finanza, hanno trovato i responsabili in possesso delle banconote precedentemente fotocopiate ed hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato del funzionario e del professionista, in procinto di partire per le vacanze estive, uno dei quali per un lungo tour all’estero.

Dopo le perquisizioni domiciliari e dei rispettivi uffici, gli arrestati sono stati associati alla locale Casa circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’indagine prosegue per verificare ulteriori responsabilità e se vi siano stati altri, analoghi episodi, con la piena e fattiva collaborazione della Direzione Regionale delle Entrate per il Lazio. L’operazione si pone nel contesto di attività a tutela della legalità ed a supporto dei contribuenti vittime di indebite richieste, la cui collaborazione si rivela determinante per individuare e contrastare tali gravi fenomeni corruttivi.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento