Vuoi la tua pubblicità qui?
05 Luglio 2020

Pubblicato il

Artena, aggiornamento sull’omicidio di Carmelo Mario Calabrese

L'avvocato Serangeli fa sapere che: "i figli sono partiti per espletare le pratiche per il rimpatrio delle ceneri"

Una notizia che arriva dal Brasile, anticipata, la settimana scorsa, da un servizio della Televisione nazionale che raccontava della scomparsa di un cittadino italiano, avanzando due ipotesi diverse. Ecco la traduzione del servizio giornalistico: "La polizia civile brasiliana indaga sulla scomparsa di un cittadino italiano nella cittadina di Passo do Lumiar Regione Metropolitana di San Luigi del Maranhão situata nel Nord Est del Brasile. Si tratta di Carmelo Mario Calabrese, 65 anni, che  viveva da solo in una piccola villa e non aveva nessun parente in Brasile. La scomparsa è avvenuta giovedì scorso. Dal suo cellulare risulta che l'ultima visualizzazione dei messaggi è stata fatta alle 23.51 della notte di giovedì. Secondo testimonianze Carmelo aveva tante amicizie. I periti dell'istituto della Criminologia hanno fatto visita nella casa di Carmelo. L'immobile è stato isolato e i periti hanno esaminato il posto in cerca di indizi. Nel posto sono state riscontrate molte tracce di sangue e la casa era stata messa a soqquadro.

Per gli investigatori l'ipotesi principale è quella di omicidio e che l'italiano sia stato colpito nel bagno di casa,  poi trascinato fino al garage e messo in macchina. Scomparso sia l'uomo che l'automobile. La seconda ipotesi è quella di un sequestro. La Polizia ha  fatto una ricerca accurata anche all'esterno dell'immobile dove c'è una vasta area ricoperta di erbacce ma niente è stato trovato. Sono state rilevate impronte digitali all'interno della casa per cercare di identificare alcuni sospetti. Non sono stati riscontrati segni di forzature per entrare nella casa, e quindi si presume che il crimine sia stato commesso da persone da lui conosciute". 

Questo il report della tv brasiliana qualche giorno fa. Poi, ferale, lunedì scorso arriva la notizia ufficiale del ritrovamento del corpo, nel quartiere Tibiri della città nella quale viveva. Carmelo Calabrese, cittadino artenese, che partecipava alla vita sociale della comunità, era noto anche per aver dato una mano alla squadra di calcio locale. Andato in pensione molto giovane, aveva lasciato il suo Paese e la famiglia e si era trasferito in Brasile. In Italia lascia ex moglie e due figli.

AGGIORNAMENTO: Ileana Serangeli, l'Avvocatessa incaricata dalla famiglia per seguire il caso, fa sapere che "i figli del nostro concittadino assassinato in Brasile, sono partiti per espletare le pratiche per il rimpatrio delle ceneri. Il corpo è stato, infatti, rilasciato dalla Procura dalla scorsa settimana, ma dovrà essere richiesta al Giudice l’autorizzazione per la cremazione della salma. Con l’aiuto del Consolato Italiano di Recife, verranno rilasciati: il passaporto mortuario e verranno apposti i sigilli all’urna per il rimpatrio. il Consolato provvederà direttamente a registrare il certificato di morte presso l’ultimo Comune di residenza del defunto, che è Colleferro. Intanto le indagini sui colpevoli di questo atroce delitto si stanno facendo più fitte. La Polizia locale sta svolgendo un ottimo lavoro d’investigazione, che saremo certi, porterà presto alla loro esatta individuazione. Verrà nominato un avvocato portoghese che curerà le pratiche future inerenti l’instaurata procedura giudiziaria in Brasile".

Leggi anche:

Incidente aereo in Etiopia, l'esperto: "Tutta la verità sul 737 Max"

Tempo Lazio, rischio idrogeologico per temporali da oggi pm e per 9 ore

Sanità, D'Amato: Online i dati su incidenza tumori di Asl e Comuni Lazio

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi