Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Aprile 2021

Pubblicato il

Artena, arrestato maniaco che sequestrò prostituta ad aprile

di Redazione

Stefano Frailis, 42enne di Colonna, aveva picchiato e violentato per due giorni una giovane romena

Nello scorso aprile aveva sequestrato una prostituta romena sulla via Tiburtina, all'altezza di Settecamini e poi l'aveva torturata e violentata brutalmente per due giorni, che per la povera ragazza sono stati un incubo da dimenticare al più prestoStefano Frailis, 42enne originario di Colonna, aveva convinto la prostituta a salire a bordo della propria automobile promettendole 500 euro per una notte. La donna era ignara di ciò che sarebbe avvenuto nelle ore successive: prima è stata portata a Tivoli e poi in una casa di Artena, dove sono cominciate le sevizie. Pare che l'aguzzino l'abbia incappucciata per farle perdere l'orientamento e, oltre a violentarla più volte, l'avrebbe picchiata usando anche un bastone e un fil di ferro per immobilizzarla.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Trascorsi due giorni, Frailis ha deciso di liberare la prostituta e ricondurla sulla via Tiburtina, dove è stata ritrovata in condizioni spaventose. La giovane ha sporto denuncia alla Polizia e ha fornito un preciso identikit dell'aguzzino e descritto in maniera esauriente la casa di Artena dove sono avvenute le violenze, malgrado fosse stata incappucciata con un passamontagna. Così, gli agenti del Commissariato di Tivoli diretti da Mariella Chiaromonte, coadiuvati dal reparto Volanti di Roma, sono risaliti a Frailis, che peraltro era stato in carcere dal 2006 al 2013, sempre per sequestro di una prostituta, per giunta minorenne . Peraltro, pare che il malvivente abbia tentato nuovamente di adescare una prostituta, ancora una volta sulla via Tiburtina, ma questa avrebbe rifiutato l'offerta di 500 euro, avvisando la Polizia.

Nella giornata di ieri, Frailis è stato finalmente arrestato e, come se non bastassero le efferrate violenze compiute,  gli agenti gli hanno sequestrato un furgone in quanto era sprovvisto di patente e assicurazione. All'interno del veicolo è stato rinvenuto il fil di ferro usato per bloccare la prostituta romena.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il gip del tribunale di Tivoli ha convalidato l’arresto e ha disposto la custodia cautelare in carcere del 42enne, che dovrà rispondere di  rapina aggravata, sequestro di persona, lesioni, minacce e violenza sessuale.

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento