Vuoi la tua pubblicità qui?
26 Settembre 2020

Pubblicato il

Artena, Conti fa l’elenco dei problemi del centro storico

di Manuel Mancini

Armando Conti e la sua lista incontrano i residenti del centro storico di Artena

Procede senza sosta la campagna pre-elettorale di Impegno Civico Per Artena, incontrando pubblicamente gli abitanti delle varie frazioni del territorio di Artena. Il candidato Sindaco Armando Conti spiega: “Noi proponiamo, in modo capillare e trasparente, un modo nuovo di fare politica, ed il programma elettorale lo stiamo scrivendo con la partecipazione dei cittadini, per questo siamo andati ad incontrare i cittadini delle varie contrade:  in data 23 febbraio Tagliente e Macere, in data 8marzo in contrada Selvatico, in 9 marzo in via Giulianello, in data 14 marzo in contrada Valli, in data 20 marzo in contrada Maiotini e per concludere in data 23 marzo al Centro Storico.

In merito al quest'ultimo incontro, avuto domenica scorsa 23 marzo,  nei locali della Parrocchia di S. Croce, numerosi sono stati i partecipanti, che  hanno sottolineato l’assenza d’interventi generali delle manutenzioni ordinarie, come sistemare l’impianto di pubblica illuminazione, la pulizia delle erbacce, la derattizzazione e la disinfestazione. Inoltre si chiede il completamento  della metanizzazione e la segnaletica stradale, necessaria soprattutto per agevolare in caso di bisogno i soccorritori”.

Altra segnalazione, che i cittadini del Paese hanno fornito, riguarda la messa in sicurezza di numerosi edifici abbandonati o pericolanti, come quelli di via del Municipio, che mettono a rischio l'incolumità di chi transita nelle loro prossimità; il rischio maggiore deriva dalla possibile caduta dei coppi. Altro richiamo all’attenzione  e per la situazione in cui si trovano i parapetti di muratura che delimitano le strade (i tipici muretti presenti nel Centro Storico), richiedono un controllo statico, come pure il completamento delle balaustre di sicurezza sul lato  della prece. Come avviene anche nella valle, in alcune zone vengono buttati rifiuti che determinano piccole discariche a cielo aperto.

La nuova strada di via della rinascita risulta carente della pubblica illuminazione e nel vicino parcheggio, dove si sono verificati atti di vandalismo, pertanto i residenti chiedono l’intervento dei vigili, e l’installazione delle telecamere. Altro problema è la rottura di una conduttura fognaria sotto, e nei pressi, della “Rocchetta”; malgrado sia stato comunicato a coloro che sono preposti al rispristino, il problema è rimasto irrisolto. “E' stato ricordato il rifacimento della pavimentazione di via Maggiore, opera che comporta rischi di allagamento per le abitazioni dei piani terra e semi-interrati, in quanto non sono state previsti  gli scoli delle acque meteoriche che esistevano al centro della strada e che per centinaia di anni hanno assolto alla loro funzione. Altro aspetto fortemente sentito è quello della mancanza all'interno del paese di servizi quali attività commerciali per la vendita di prodotti alimentari di utilizzo quotidiano ed altri come attività tipiche di artigianato e prodotti locali; per non dimenticare la totale assenza delle forze dell'ordine.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sintetizzando, i residenti del centro storico hanno presentato una situazione di totale abbandono e disinteressamento verso “Montefortino” da parte delle amministrazioni, le quali si ricordano di loro solo in campagna elettorale con promesse di grandi opere sempre disattese. Alcuni cittadini hanno fatto presente che per quanto riguarda  le feste estive notturne organizzate al Centro Storico (portando ad esempio Artena Live), ci sono stati spiacevoli inconvenienti davanti alle proprie abitazioni sia d’igiene sanitaria sia sul rispetto degli orari e chiedono, innanzitutto dei servizi igienici mobili ed un maggiore controllo da parte degli organizzatori per il rispetto degli orari, poiché  si  arriva fino alle 3-4 del mattino, disturbando la quiete dei residenti” questo l’elenco dei problemi presenti al Paese vecchio portati a conoscenza dell’ingegner Conti e dei suoi compagni Pietro Pompa, Tamara Pompa, Fabrizio Di Re e alti, che semplificati ce li hanno illustrati.

Poi rispondono alla nostra domanda, la stessa dei cittadini: La lista di Impegno Civico che visione ha del centro storico? Il candidato Sindaco Armando Conti “Secondo me nel futuro prossimo da parte di tutti i cittadini c’è bisogno di collaborazione, e dovranno essere presenti nell'attività amministrativa, per trovare le soluzioni necessarie a riqualificare  il Centro Storico. Ci sono i finanziamenti per il rifacimento di tetti, facciate, infissi, ecc.  come quelli del Plafond Casa introdotto dalla Legge 24/2013, cui ha fatto seguito l’accordo tra Abi, Associazione bancaria italiana, e Cdp e che ha reso disponibili risorse finanziarie per 150.000.0000 € per ogni banca. Ci sono poi i fondi ex-Gescal, per il "Piano casa  della Regione Lazio”, il quale, nel caso saremmo noi la nuova giunta comunale, sarà attuato non attraverso la realizzazione di nuovi alloggi, bensì attraverso il recupero di appartamenti già esistenti. Facendo leva su questi strumenti finanziari che saranno disponibili fino ad esaurimento, sarà possibile il  recupero, la riqualificazione e l’acquisto di invenduto  da destinare all'emergenza casa. I cittadini hanno chiesto  un altro incontro per valutare insieme le loro  proposte e ci dichiarano di non volere i parcheggi a pagamento.

L'unica testimonianza positiva è stata fatta da un cittadino che ha fatto notare che i lavori svolti tanti anni fa in Via Roma e Via Vittorio Emanuele dall’ex  Sindaco Emilio Conti (mio padre) sono attualmente in ottime condizioni, perché sono stati realizzati a regola d'arte. Impegno Civico Per Artena, ringrazia i cittadini per l’occasione di crescita e di confronto”. Negli incontri di contrada Valli e Maiotini sono stati denunciati i soliti, ma gravi, disagi: strade rotte, illuminazione spenta o poco efficiente, rete fognaria assente o non funzionante.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento