Vuoi la tua pubblicità qui?
01 Dicembre 2020

Pubblicato il

Artena, i cittadini criticano il Comune

di Manuel Mancini

Le strade dissestate del territorio artenese rendono la vita più dura ai cittadini

La domanda che si pongono i quasi quindicimila residenti del comune di Artena è "Nel 2013 com'è possibile che un paese sviluppato come Artena possa avere strade indescrivibilmente dissestate?". In effetti facendo un giro per le strade del paese si può constatare come queste dicerie e critiche siano veritiere; ci sono almeno cinque vie, molto trafficate, che sono in condizioni pessime: via dello Schiavo (in foto), che collega la via Latina con contrada Maiotini, Casal di mondo e Pianezze; contrada Valli; Colle rotondo; località Magnarozza e per finire una strada talmente dimenticata dalle varie amministrazioni comunali che addirittura non ha nome: la traversa che entra da via Velletri e si collega a colle Ciciliano, e porta ad uscire su via Valmontone.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Strade, dicevamo, molto utilizzate ma anche molto pericolose, in quanto se percorse da auto sono rischiose per le molte buche presenti; se percorse in moto, in bici o a piedi divengono un pericolo per l'incolumità della persona stessa, esposta al rischio di un incidente da parte dei veicoli più grandi. La risposta del Comune viene dell'assessore ai lavori pubblici Daniele Trulli: "Siamo consapevoli delle condizioni in cui sono le nostre strade. Le casse del Comune per il momento non permettono l'asfaltazione, ma a settembre,con l'approvazione in Consiglio Comunale del bilancio, già approvato in giunta di maggioranza,tramite l'accensione di un mutuo verranno sistemate tutte le varie vie comunali". L'assessore aggiunge: "Per qualsiasi problema o segnalazione, io, il Sindaco o qualsiasi altro assessore siamo a completa disposizione, la cittadinanza può trovarci negli uffici comunali". Queste parole fanno respirare aria di serenità e speranza, basta avere un po' di pazienza e anche le strade verranno sistemate.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento