Vuoi la tua pubblicità qui?
19 Aprile 2021

Pubblicato il

Artena, il festival del Folklore genera contrasti

di Miriam Gualandi

All’indomani dell'ottava edizione del Festival del Folklore nascono contrasti e incomprensioni tra sbandieratori

“Perché loro sì e noi no?” "Perché Artena preferisce valorizzare le proprie bellezze facendosi promuovere da altri"?  Questo più o meno il senso dei vari commenti apparsi sui social, all’indomani del Festival del Folklore tenutosi a Artena lo scorso 9 luglio, da parte del gruppo degli sbandieratori del Cardinale Scipione Borghese di Artena.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La polemica nasce sul perché sia stato permesso di esibirsi sul suolo artenese agli sbandieratori carpinetani e non al gruppo di Artena. Oggi è possibile dare una risposta a tale quesito, dopo aver a lungo discusso la questione con l’organizzatore dell’evento, Augusto Angelini.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il motivo per cui si è scelto di far esibire solo il gruppo carpinetano, a discapito di quello artenese, sta nel fatto che tale manifestazione è possibile solo grazie al comune di Carpineto e al presidente degli sbandieratori carpinetani, Roberto Cacciotti, che da dieci anni organizzano a proprie spese degli scambi culturali con l’estero, al fine di promuovere la cultura e la tradizione dei nostri paesi.

Questa  manifestazione è “uno  scambio e non una gara”: non ci si esibisce per vincere un premio, né per dimostrare qualcosa a qualcuno, ma per lasciarsi a vicenda un ricordo indelebile delle proprie tradizioni. E poiché questa risulta essere un’iniziativa bellissima, che andrebbe promossa e seguita, ma che soprattutto è aperta a tutti coloro che vogliano contribuire a renderla ancora più interessante, sarebbe più che giusto se il gruppo degli sbandieratori di Artena decidesse di entrare in quest’orbita di scambio culturale per cominciare a promuovere se stessi e a valorizzare in prima persona Artena.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento