24 Ottobre 2021

Pubblicato il

Artena, presentato il libro di Ezio Bruni

di Redazione
“Ringrazio Genesio, è stato la mia anagrafe e senza di lui non sarei riuscito a fare una cosa del genere”

Nel pomeriggio di sabato scorso, 21 maggio, presso la chiesa della contrada Macere, San Francesco e Santa Teresa, Ezio Bruni ha presentato la sua ultima opera: ‘La Ragnatela Genetica della Contrada Macere.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Presente alla relazione Fabrizio De Castris : “Dopo aver letto l’ultimo libro di Ezio, quello che lo riguardava perché riguardava la sua vita e il suo vissuto, un libro molto stimolante pieno di riferimenti non solo personali ma anche al luogo dove ha trascorso gran parte della sua vita, parlandone con Pino, un nostro amico, abbiamo suggerito a Ezio di fare un qualcosa di oltre e di andare un po' più in là. Abbiamo così invitato Ezio a scrivere qualcosa che riguardasse la sua comunità, per un'opera che coinvolgesse tutti noi. Sono rimasto meravigliato sia per la prontezza della risposta ma anche per i tempi brevissimi con cui poi l'ha realizzata.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tutto questo è stato possibile grazie alla grande determinazione e alla grande capacità di Ezio che non si è avvalso di nessuno strumento tecnologico stupendoci per il modo in cui ha condotto la ricerca. Ezio ha fatto questa ricerca di persona, nel modo in cui lo contraddistingue da sempre. Ho avuto il piacere grazie al suo lavoro di scoprire anche i suoi parenti, e leggendo e incrociando i nomi dei capostipiti ho scoperto rami nuovi della mia parentela. Voglio fare un grande ringraziamento proprio ad Ezio per il tempo che ha trascorso con noi, e per quello insieme a Genesio di cui hai stimolato la memoria riportando alla luce anche i ricordi neri e negativi. Sono sicuro che questa sua opera sarà utilizzata anche nei percorsi formativi per far capire alle nuove generazioni l'importanza delle radici, con le quali si può essere più liberi e più sereni nella vita”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ezio Bruni: “Il 16 Maggio del 1997 mi ricordo che presentai ad un reparto dell'Ospedale di Velletri il mio primo libro di poesie, poi scrissi il mio secondo libro che in parte parlava anche della mia vita e lo presentai il 18 Luglio, il terzo libro invece era tutto scritto in dialetto artenese. Di questi libri speravo che almeno il terzo avesse successo qui ad Artena, ma anche quella volta la mia speranza fu disattesa. Il quarto libro invece è stato il frutto della mia vita e l'ho presentato nel 2014, proprio qui ad Artena e ringrazio tutti coloro che me lo hanno consentito, purtroppo anche questa volta nonostante il successo fuori Artena qui non ho venduto molte copie. Poi proprio grazie a De Castris ho avuto la voglia di fare questo lavoro che oggi qui presento. Ringrazio Genesio è stato la mia anagrafe e senza di lui non sarei riuscito a fare una cosa del genere. Spero che vi piaccia questo libro”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo