Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Settembre 2020

Pubblicato il

Artena, presentazione della lista di Fabrizio De Castris

di Manuel Mancini

"Artena cambia" potrà contare sul sostegno di Silvia Carocci, che ha spiegato le ragioni dell'alleanza con De Castris

"Artena cambia" è il nome del gruppo che accompagnerà il candidato Sindaco Fabrizio De Castris alle elezioni del prossimo 25 maggio. La lista potrà contare sull'appoggio di Silvia Carocci, che in risposta a chi la critica, ha spiegato il motivo della sua scelta: “Mi sono ritrovata ai blocchi di partenza, aspettando un fischio che non è arrivato. Quelle Primarie mai avvenute, perché il mio avversario si è ritirato, per me sono state questo. A quel punto c'era tutto da riorganizzare ma per fortuna non ero sola. C'erano persone al mio fianco, unite tutte dalla voglia di cambiare, di iniziare a fare cose nuove per la città. Sono seguite settimane di chiacchierate, di incontri. Qualche parola di troppo, qualche parola urlata e molte "offerte”. Ho detto di no a chi mi garantiva un posto al sole. Non è stata mai una questione personale. Avevamo dei progetti e delle idee per Artena e per me era importante realizzarle".

"L'alleanza con Fabrizio De Castris – spiega la Carocci – ha un valore politico: il reciproco riconoscimento di due realtà che si sono incontrate, mettendo al centro temi come la solidarietà sociale, lo sviluppo economico e la cultura. Oggi lo so. Il cambiamento è un processo graduale, va costruito giorno dopo giorno e soprattutto non si fa da soli. Di 'armiamoci e partite' in queste settimane ne ho sentiti tanti. Stare alla finestra e aspettare che, come per magia le cose cambino, è fantasia. Occorre mettersi in prima linea e costruire mattone su mattone, con sacrificio e con umiltà, una città migliore".

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Le chiacchiere – conclude Silvia Carocci – le lascio a quelli che non vogliono sporcarsi le mani, mai. Dopo anni di passione e militanza politica, oggi ho firmato la mia candidatura alle elezioni amministrative di Artena. Adesso voglio guardare avanti: direzione 25 maggio”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento