Vuoi la tua pubblicità qui?
04 Dicembre 2021

Pubblicato il

Artena, Sui “rifiuti” mettiamoci la faccia

di Redazione
Grande manifestazione dell’Associazione Genitori di Artena in piazza Ginepro Cocchi

Bisogna partecipare, dire la propria, apportare suggerimenti, confrontarsi se si vogliono cambiare le cose. E’ inutile lamentarsi dell’aumento della TARI, occorre mettersi in gioco costruttivamente. Per tutti questi motivi, sabato 1° ottobre, dalle ore 10:00 piazza Ginepro Cocchi sarà animata dall’Associazione ‘Genitori Artena’ con cartelloni, foto, depliant che riguardano la raccolta differenziata, tenendo conto delle pratiche corrette, evitando ricadute sulla salute. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare, specialmente coloro che apertamente si sono fino ad oggi lamentati della situazione indecorosa in cui versa Artena, in alcune vie della città, in centro come nella periferia e nei vari quartieri. Soprattutto, si potrebbe pagare di meno con la raccolta porta a porta? Oppure si dovrebbe continuare come si sta facendo ora, ma esigendo dalla società che si occupa dei rifiuti più puntualità nella pulizia, lavaggio sistematico dei cassonetti e delle strade, asportazione periodica delle erbacce infestanti dai marciapiedi ecc.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nella mattinata di sabato prossimo saranno presenti, oltre all’Associazione ‘Genitori Artena’, anche i rappresentanti dell’UGI (Unione Giovani Indipendenti) Alessandro Coltrè e Anastasia Centofanti. Il Sindaco Dott. Angelini e l’Assessore all’Ambiente Scaccia sono stati invitati a partecipare. A loro  si chiederà anche perché la manifestazione non si è potuta più svolgere in piazza Galileo Galllei. E’ importante, lo ripetiamo, che la partecipazione sia massiccia se si vogliono veramente cambiare le cose. In caso di pioggia il dibattito si sposterà all’interno del Palazzaccio.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?