27 Febbraio 2021

Pubblicato il

Artena, tu separi i rifiuti in casa, noi te li prendiamo fuori dalla porta

di Manuel Mancini

Il Consigliere Carlo Scaccia invita i cittadini a ritirare i mastelli per chi non l’avesse ancora fatto

L’Amministrazione Comunale di Artena (RM) da lunedì 18 settembre è impegnata nell’attivazione della raccolta differenziata dei rifiuti nella convinzione che la tutela dell’ambiente e la qualità della vita spesso coincidano con azioni alle quali non siamo soliti dare troppa importanza. A volte basta veramente poco per indirizzare un rifiuto verso il contenitore giusto e ciò può essere davvero sufficiente per vivere un ambiente più pulito e meno degradato. Grazie all’impegno di tutti si possono raggiungere dei buoni risultati. È possibile eliminare l’ impatto ambientale dovuto alla presenza dei cassonetti nei pressi dei quali, per incuria e maleducazione di alcuni, è frequente riscontrare rifiuti abbandonati a terra oppure la presenza negli stessi di materiale non idoneo. “Dal 18 settembre 2017 il nostro Comune è interessato da un grande cambiamento con l’avvio della raccolta differenziata porta a porta” dichiara il Consigliere delegato all’ambiente Carlo Scaccia, che aggiunge: “La raccolta differenziata porta a porta è un nuovo modo di gestire i rifiuti che cambierà le nostre abitudini e, nei primi tempi, potrà comportare qualche disagio per la necessità di adeguarsi alle nuove regole. Si tratta tuttavia di una strada obbligata se vogliamo puntare al raggiungimento di una elevata percentuale di rifiuti raccolti e correttamente smaltiti garantendo uno sviluppo rispettoso dell’ambiente”.

Con l’aumentare del benessere sono aumentati anche i rifiuti che necessitano di spazi sempre più ampi per essere collocati e smaltiti. Infatti le discariche sono aree difficili da reperire e hanno costi ambientali e di gestione sempre più alti. Solo una differenziazione accurata, e il conseguente riciclo di gran parte dei materiali, consentirà al Comune di Artena di allinearsi ai Comuni più virtuosi che, trattando i rifiuti come una risorsa preziosa, ne recuperano da tempo una porzione molto consistente, con ragguardevoli benefici ambientali ed economici. Dalla raccolta differenziata porta a porta può e deve nascere una riflessione sui nostri consumi; nel separare correttamente i rifiuti, tutti assieme, i cittadini daranno un significativo contributo alla soluzione del problema e una risposta efficace alle giuste aspettative di ognuno di vivere in un ambiente più pulito e più sano. “Ci auguriamo di poter contare sulla partecipazione attiva di tutti i cittadini a questo delicato momento di passaggio.conclude ScacciaPer chi non avesse ancora i mastelli li può ritirare presso la sede della Protezione Civile in via Trieste, tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00. All’interno troverete una guida per separare correttamente i rifiuti, insieme al calendario degli svuotamenti. E’ possibile scaricare l’applicazione per smartphone ‘Junker’; per informazioni o dubbi chiamare il numero verde 800 444 088. Prendiamo insieme una buona abitudine per rendere migliore la nostra comunità.
È necessaria la collaborazione di tutti affinché la piccola rivoluzione che stiamo affrontando dia i frutti sperati e la raccolta differenziata diventi uno strumento efficace per risolvere il problema dello smaltimento dei rifiuti”. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

La raccolta differenziata dei rifiuti si basa soprattutto sulla collaborazione dei cittadini: il buon riciclaggio e la corretta separazione dei rifiuti inizia nelle case di ciascuno di noi. La raccolta differenziata porta a porta permette di responsabilizzare tutti i cittadini sul corretto conferimento dei diversi materiali e consente di eliminare dalle strade i classici cassonetti con un netto miglioramento dell’arredo urbano, nonché permette di recuperare diverse tipologie di materiali senza sprechi e senza inquinare.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Si ricorda ai cittadini che il corretto conferimento delle frazioni di raccolta è il seguente:

  • Umido: sacchetto verde;
  • Vetro: mastello verde (no sacco);
  • Secco residuo: sacco grigio (no mastello)
  • Carta: mastello bianco (no sacco)
  • Plastica/Metalli: sacco giallo (no mastello).
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento