Lunedì 22 Luglio 2019 ore 18:59
CRONACA ALBANO LAZIALE
Fisco, frode per 55 mln scoperta dalla Gdf ad Albano: 17 denunce
Truffa di un consorzio di società cooperative per abbattere il reddito di impresa imponibile ed evadere l'Iva

Una truffa organizzata nei minimi dettagli per abbattere il reddito di impresa imponibile ed evadere l'Iva, attraverso un giro di fatture false per oltre 55 milioni di euro. La frode fiscale coinvolge un consorzio di società cooperative di Albano Laziale operanti nel settore delle pulizie e del facchinaggio, affidate a prestanomi compiacenti.

I reati sono emersi grazie alle capillari indagini del comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma e delle Fiamme gialle di Velletri, durate più di un anno. Nella fattispecie, è stato scoperto l'omesso versamento di Iva per oltre 15 milioni di euro e l'impiego di ben 185 lavoratori irregolari da parte di 8 società cooperative. I registi dell'operazione sono due insospettabili dominus che avevano architettato lo scambio di false fatture, per cessioni di beni o prestazioni di servizi inesistenti emesse dalle stesse cooperative consorziate, in funzione delle esigenze di ridimensionamento dei redditi di ciascuna impresa. Al fine di beneficiare del regime di esenzione fiscale per i compensi relativi alle trasferte, le cooperative consorziate simulavano, inoltre, l'impiego fuori sede dei loro soci-lavoratori, nonostante questi non si spostassero dal posto di lavoro.

Nel complesso, sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Velletri 17 persone tra amministratori e prestanomi, che ora dovranno difendersi dall'accusa di frode fiscale con fatture false ed omesso versamento delle ritenute fiscali e dell'Iva. In virtù degli elementi raccolti, il pm ha richiesto al gip del Tribunale di Velletri il sequestro preventivo ai fini della confisca per equivalente di beni nella disponibilità degli organizzatori della truffa per un valore complessivo di circa 200.000 euro.


ARTICOLI CORRELATI
Con l'aiuto di un ex impiegato di Equitalia avrebbero truffato 50 clienti "facendo la cresta" sull'Iva e i contributi Inps
Sequestro di immobili riconducibili a tre società romane operanti nel settore del commercio all’ingrosso di prodotti elettronici e di informatica
Scoperte 7 società prestanome utilizzate per frodare il fisco. Accertata frode di 113 milioni di euro
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Nonostante i divieti e i servizi offerti dagli stabilimenti balneari, resiste il pranzo al sacco in spiaggia...
2
Quattro sono risultate rubate negli ultimi mesi a Roma e una a San Felice Circeo, mentre le altre 8 sono risultate coinvolte in falsi sinistri stradali
3
Uno degli indagati è stato arrestato, si tratta di un ragazzo romeno di 25 anni, degli altri due gli inquirenti stanno ancora seguendo le tracce
4
I due avevano rapinato anche un'area di servizio a Terni. Ora si trovano nel carcere di Vazia
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]