Sabato 20 Luglio 2019 ore 15:31
CULTURA
Festival Internazionale dell'Editoria del Mare
Folco Quilici e Donatella Bianchi con Giulia D'Angelo e Marco Firrao hanno presentato la 2^ edizione

Roma. La Libreria Internazionale Il Mare è stata teatro di un evento che ha visto la partecipazione di numerose autorità e personaggi del mondo della cultura e del giornalismo legati al mare.
L'occasione è stata quella della presentazione della 2^ edizione del Fesival Internazionale dell'Editoria del Mare che, nell'ambito dello Yacht Med Festival, si terrà nella splendida Gaeta a partire dal 20 aprile prossimo.

Con Giulia D'Angelo e Marco Firrao, splendidi padroni di casa, sono intervenuti, tra gli altri, il regista e scrittore Folco Quilici e la signora di Lineablu, la splendida Donatella Bianchi che hanno coinvolto il numeroso pubblico presente raccontando del successo della scorsa edizione e presentando le novità di quella ai nastri di partenza.

“Il Festival, ha spiegato Giulia D'Angelo, è una manifestazione che coinvolge Editori ed Autori così come le Riviste che si occupano del mare in tutti i suoi aspetti: dalla navigazione alle attività subacquee, dalla saggistica alla manualistica fino alla biologia ecc. Insomma, ha concluso, tutte quelle attività umane collegate alla cultura del mare che questo Festival vuole diffondere con forza”.
Previsti diversi incontri con autori ed editori e convegni a bordo della Nave Scuola della Guardia di Finanza Giorgio Cini, ormeggiata lungo lo splendido lungomare di Gaeta.

“Ho conosciuto il papà di Giorgio Cini, mi ha raccontato Folco Qulici, ed il suo ricordo, così come quello di quegli anni di vero pionerismo subacqueo mi sono cari. Abbiamo avuto la fortuna di vedere un mare che oggi, purtroppo, non esiste più. Mi scrivono tanti bambini, ha proseguito, mandano anche disegni. I ragazzi no, i ragazzi non leggono più..” Lo scorso anno, insieme ad un altro grandissimo autore, Predrag Matvejevic, Quilici raccontò del suo mare, delle scoperte e delle meraviglie marine che avrebbe illustrato nei suoi libri di successo così come nei suoi documentari che hanno fatto scuola.

Una delle novità di questa edizione del Festival riguarda un convegno dedicato ad un grande cartografo e navigatore del 1500 conosciuto con il nome di Piri Re'is. Il cartografo turco è noto per il suo atlante che, nel 1513, fu tra i primi, se non il primo, a raffigurare il mondo con le Americhe comprese. La carta del Piri Re'is raffigura, inoltre, luoghi non ancora conosciuti, all'epoca, come la Terra del Fuoco e le isole Falkland, ad esempio, ed include dati molto precisi sull'Antardide che sarebbe stata scoperta solo tre secoli più tardi, nel 1818. L'ambasciatore italiano in Turchia, Giampaolo Scarante, con il segretario del collega turco in Italia e presenti alla serata, con l'Ammiraglio Bembo, hanno accennato alla incredibile storia della carta del 1500 che approfondiranno nelle giornate di Gaeta.

Altra protagonista è stata senza dubbio la giornalista e noto volto televisivo Donatella Bianchi che con la sua Lineablu in onda da diverse stagioni in Rai, porta il mare e la cultura ad esso collegata nelle case degli italiani. Anche lei, come Qulici e Matvejevic, Paolo Bernacca e Luca Tamagnini, il sottoscritto e Pino Aprile e Marco Bernardi, è presente alla seconda edizione del Festival che ha voluto fortemente. “Perchè Gaeta?” Le chiedo. “E' una splendida cittadina, mi racconta Donatella, che ha similitudini con la mia La Spezia. Il golfo è bellissimo ed il fatto che Gaeta fu una Repubblica Marinara mancata la rendono una località speciale” L'edizione dello scorso anno è stata un successo tanto da rendere la manifestazione già un classico che si aspetta con impazienza. “La determinazione di Giulia (D'Angelo ndr) che ha voluto fortemente il Festival è stata contagiosa e, personalmente, mi trova in totale accordo. Questa, ha proseguito la Bianchi, è una manifestazione che, rispetto ad altre magari più roboanti ed a pagamento, ha lo scopo di diffondere l'amore per il mare e l'economia che orbita intorno a questo mondo meraviglioso indispensabile alla vita. E' un modello di riferimento, ha concluso, che mi fa dire Viva Gaeta!”

Un accenno al calendario degli incontri con gli autori che apriranno la manifestazione è d'obbligo.
La Nave Girgio Cini vedrà la presenza anche del direttore della Scuola Nautica, il colonnello Marcello Marzocca e sarà “inaugurata”il 21 aprile da Donatella Corridore, Pippo Cappellano, Marco Bernardi e Remo Sabatini. Di seguito tutti gli altri grandi nomi che partecipano al Festival dei quali è stato già accennato.
Un altro buon motivo per andare a Gaeta? L'ho chiesto, al termine della serata, ancora a Quilici,
“Paste buonissime!” non ha esitato a rispondermi. Ne terremo conto.


ARTICOLI CORRELATI
Inaugurata la seconda edizione del “Festival Internazionale dell'Editoria del Mare”
Libreria Nuova Europa - I Granai tra le librerie più particolari d'Italia
La Libreria Internazionale Il Mare di Roma è vicina al quarantesimo compleanno
I PIU' LETTI IN CULTURA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
2
Ci scrive uno degli alunni della V elementare nella quale insegnava il maestro Alberto Manzi
3
"Il più grande sepolcro circolare dell'età antica, grazie al finanziamento di 6 milioni di euro arrivato dalla fondazione Tim tornerà al suo splendore"
4
LA PREZIOSA OPERA DI BRONZO "MITO MEDITERRANEO" Roma assegnato il premio Capitale Fair Play Italia 2017 a Sergio Pirozzi
“Mito Mediterraneo” realizzata dalla Scultrice Alba Gonzales, sono stati: Sergio Pirozzi, Sindaco di Amatrice, Capitale Fair Play Italia 2017
5
Potrebbe trattarsi addirittura di un antico albergo dell'età imperiale
1
"Promuovere e rafforzare l'implementazione delle competenze chiave in tema di cittadinanza"
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]