Giovedì 21 Marzo 2019 ore 08:37
CUCINA MONDO
Gusto, Anthony Peth testimonial del Made in Italy nel mondo
Il Made in Italy trionfa in tutto il Mondo. Le nostre eccellenze culinarie rendono l’Italia fra i Paesi più apprezzati
Anthony Peth

Martedì 21 ottobre 2014 partirà da San Paolo del Brasile, la prima tappa del Tour Internazionale per la diffusione del Made in Italy, che avrà come testimonial un giovane artista italiano, Anthony Peth,  il conduttore televisivo inconfondibile per il suo accento sardo, che rappresenterà l’Italia nel Mondo. 

Debutta in tv otto anni fa con la trasmissione “Voglia” di Maurizio Costanzo, oggi anche regista di diverse eventi culturalifra i quali: due importanti manifestazioni cinematografiche e benefiche, “Sorridendo Film Festival” in collaborazione con Rai Cinema presso Cinecittà studios, “Galà dell’arte per la Ricerca” in collaborazione col Ministero della Salute presso il Teatro Brancaccio; una fiction in cantiere scritta da Simone Terranova e la vittoria dei due David di Michelangelo al talento artistico, diventato in pochi anni un'artista di fama internazionale grazie anche alla sua ultima partecipazione come special guest del nuovo videoclip di Pitbull e Osmani Garcia, "Gol", uscito quest'estate durante i Mondiali di calcio 2014.

Ben quindici riconoscimenti nazionali in tutta Italia, divenendo sicuramente in poco tempo uno dei più giovani artisti pluripremiati del momento, ed ora la grande sfida, rappresentare l’Italia con questo progetto ambizioso coordinato dal General Manager Raffaele Maggiorelli, che porterà le nostre eccellenze in tutto il mondo, a partire dal nostro simbolo la "Pasta" grazie alla nota azienda Brundu, che da sempre si differenzia per la qualità, la materia prima e l'esclusivo metodo di macinazione,in cui viene prodotta fin dalle origini.

Insieme ad essa numerose aziende medie e grandi, che oltre ad avere il sostegno della Comunità Europea, della Repubblica Italiana e delle Regioni di appartenenza, esporteranno, investendo direttamente, i prodotti di alta qualità nel resto del Mondo.

Un progetto di internazionalizzazione che prevede la crescita del commercio ma soprattutto la conoscenza attraverso l’arte culinaria della nostra Nazione, la pasta, il vino, l’olio, i farinacei, le confetture dolci e salate, le conserve e tanto altro ancora; in ogni tappa ci saranno, oltre alle presentazioni,  dei cookie show con la collaborazione di chef stellati del posto, facendo gustare i vari prodotti italiani presenti.

La prima tappa del 21Ottobre a San Paolo in Brasile, aprirà il tour con una conferenza stampa alla presenza di ambasciatori e consoli, a seguire una serata di gala,  che vedrà coinvolti tanti imprenditori disposti a investire nei nostri prodotti, ma anche volti noti dello show biz e calciatori apprezzati in tutto il Mondo.

La manifestazione verrà divulgata attraverso i media televisivi, cartacei e radiofonici in maniera massiccia, in ogni nazione in cui sono previste le tappe.

Un progetto di internazionalizzazione che prevede la crescita del commercio ma soprattutto la conoscenza attraverso l’arte culinaria della nostra Nazione.

Tante saranno le tappe: BRASILE, CINA, AUSTRALIA, EMIRATI ARABI, EUROPA, GIAPPONE, STATI UNITI, VENEZUELA E COLOMBIA

Il made in Italy è, da sempre considerato, l'eccellenza del food mondiale, ma il "tarocco" sta intaccando la reputazione dei nostri prodotti.

Per questo motivo si è pensato, attraverso questo progetto, di creare un marchio unico che identifichi l'autenticità dei prodotti e la garanzia di eccellenza il cui testimonial del 2014/2015 è Anthony Peth. 


ARTICOLI CORRELATI
In concomitanza del suo compleanno conferenza stampa per presentare un calendario il cui ricavato va in beneficenza
Le eccellenze culinarie che rendono l’Italia uno fra i Paesi più apprezzati nel mondo, in mostra ad Atlanta il 15 luglio
Innovativa la linea presentata da Zina fatta di caftani variopinti, la Monsè in coppia con Taguali una linea mare
I PIU' LETTI IN CUCINA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
La locandina di Apicio è la rubrica di food economia di Domenico di Catania, consulente economista e chef
2
In Italia c’è ovunque un fritto di tutto rispetto: vi parleremo del fritto piemontese, bolognese, romano e napoletano
3
Un locale nel centro di Roma tra Martini, cocktail sartoriali, una cucina di grandi materie prime e una carta vini importante e divertente
4
La richiesta di prodotti italiani all’estero è alta, il successo di Eataly a New York lo dimostra
5
Da venerdì 20 giugno, tre giorni di "Dolce vita" per il Festival Vacanze Romane, per festeggiare i due anni di Eataly
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]