Mercoledì 17 Luglio 2019 ore 09:00
CULTURA GRECCIO
Greccio, città del Presepe
Come una gemma incastonata nella roccia, il borgo medievale di Greccio è arroccato a 700 metri di altezza FOTO
Santuario di Greccio

La piccola cittadina è nota per le bellezze naturali che la circondano e il santuario francescano che, poco distante, ricorda la presenza di Francesco che visse diversi anni in quelle località.

Fondata, sembra, da una famiglia greca in esilio, da qui il nome, di Greccio si hanno notizie a partire dal X° secolo. Teatro di diverse battaglie, distrutta e poi ricostruita, il borgo conosce Francesco al rientro dalla sua visita in Terra Santa. Stabilitosi sul Monte Lacerone, dove era arrivato nel 1209, il poverello di Assisi vi dimorò per un ampio periodo della sua vita. E fu lì che, nella notte di Natale del 1223, con l’aiuto di Messer Giovanni Velita Signore di Greccio diede vita alla prima rappresentazione della Natività servendosi di persone del luogo. Teatro della figurazione di quello che fu il primo Presepe, una grotta arrampicata sulla montagna. Qui, nel 1228, sorgerà la Cappella del Presepe per ricordare lo straordinario episodio. Poi il Santuario dove, ancora oggi, è possibile visitare il refettorio e le celle che ospitarono i primi frati così come quella, ben più povera, dove riposava il Santo.

Numerose le opere d’arte di assoluto valore che decorano il Santuario e i presepi che arrivano da tutto il mondo in segno di venerazione raccontano una tradizione che prosegue tuttora.

Il centro del paese, con la splendida piazza Roma che lo completa, sono meta irrinunciabile dove si respira ancora la misticità che quei luoghi, inevitabilmente, ispirano.

Oggi, la Betlemme Francescana, continua ad affascinare fedeli e non grazie alla semplicità di quei luoghi e alla Natività che, dopo secoli e secoli, la comunità continua a rappresentare nel ricordo di un uomo così povero che aveva fatto della semplicità la sua arma più forte, la sua ricchezza. Un piccolo grande uomo di nome Francesco.


ARTICOLI CORRELATI
La rassegna durerà fino al 6 gennaio 2015
“Affreschi e dipinti tra artisti e maestri nell’eremo di Greccio”
Mostra collettiva di scultura e pittura a Greccio
I PIU' LETTI IN CULTURA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
2
Ci scrive uno degli alunni della V elementare nella quale insegnava il maestro Alberto Manzi
3
"Il più grande sepolcro circolare dell'età antica, grazie al finanziamento di 6 milioni di euro arrivato dalla fondazione Tim tornerà al suo splendore"
4
LA PREZIOSA OPERA DI BRONZO "MITO MEDITERRANEO" Roma assegnato il premio Capitale Fair Play Italia 2017 a Sergio Pirozzi
“Mito Mediterraneo” realizzata dalla Scultrice Alba Gonzales, sono stati: Sergio Pirozzi, Sindaco di Amatrice, Capitale Fair Play Italia 2017
5
Potrebbe trattarsi addirittura di un antico albergo dell'età imperiale
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]