Giovedì 17 Ottobre 2019 ore 17:11
POLITICA VITERBO
Arsenico nell'acqua in Tuscia: fine dell'emergenza, ma chi paga?
La Regione coprirà le spese dei dearsenificatori nel primo anno. Dopo si rischiano aumenti delle bollette

"Sono terminati tutti i lavori agli impianti di depurazione dell’acqua del dearsenificatore di Monte Jugo .Ieri la ditta incaricata si è occupata dei campionamenti e delle prove del caso. Tutto è risultato essere pienamente funzionante e nella norma, quindi in tutta la città ci sarà acqua potabile. Io ovviamente parlo nello specifico solo per il territorio del comune di Viterbo, ma anche il resto della provincia dovrebbe essere più o meno nella stessa situazione". E' stato il sindaco di Viterbo ad annunciare una notizia che farà sicuramente felici i cittadini della Tuscia, costretti a vivere per anni con un problema tanto assurdo quanto vergognoso per un paese che si definisce civile.

Ma, tirato il sospiro di sollievo, bisogna affrontare il problema delle spese degli impianti costruiti a Viterbo e provincia . La situazione, al momento, è la seguente: la Regione Lazio ha installato l'impianto di dearsenificazione e coprirà le spese di manutenzione e i costi di gestione per il primo anno di funzionamento.  E dopo? La domanda non è campata in aria, essendo stato stimato che occorreranno 6 milioni di euro all'anno per la suddetta manutenzione degli impianti. In totale, sono 30 i milioni spesi per fornire tutta la Tuscia degli impianti, somma di denaro che potrebbe essere sborsata tra 7 anni, momento nel quale i dearsenificatori andranno sostituiti.

Insomma, senza girare troppo intorno alla questione, c'è il concreto rischio che per far quadrare i conti i cittadini possano trovare delle bollette maggiorate.  Così, il ritorno all'acqua potabile e non più malsana, ossia una doverosa condizione di normalità, rischia di essere pagato a caro prezzo da coloro che sono stati danneggiati da un problema divenuto cronico: i cittadini.


ARTICOLI CORRELATI
Per la prossima fine della settimana organizzato evento artistico presso iCult Bic Lazio
"Lo studio dell'ISDE evidenzia che gli interventi per la tutela dei cittadini dell'Alto Lazio sono insufficienti"
Il sindaco di Viterbo interverrà a Tg2 Insieme
I PIU' LETTI IN POLITICA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Nicola Marini, Presidente in carica ha lasciato il suo posto a Riccardo Varone, Sindaco di Monterotondo che è quindi il nuovo Presidente
Data di pubblicazione: 2019-10-17 15:54:54
1
Malara: "Un ottimo risultato portato a casa dal gruppo di Fratelli d’Italia"
Data di pubblicazione: 2019-10-15 11:04:29
2
Tutto pronto per la giornata congressuale e precongressuale di giovedì 17 ottobre, nella quale verrà eletto il nuovo Presidente
Data di pubblicazione: 2019-10-16 20:23:57
3
Nicola Marini, Presidente in carica ha lasciato il suo posto a Riccardo Varone, Sindaco di Monterotondo che è quindi il nuovo Presidente
Data di pubblicazione: 2019-10-17 15:54:54
1
Cinque minuti, "il tempo che evidentemente dedica ogni giorno a Roma per averla ridotta in questa condizione"
Data di pubblicazione: 2019-10-03 16:09:17
2
"L'ordine dei medici del Lazio denuncia il rischio di un'emergenza sanitaria se non arriva una soluzione immediata per i rifiuti"
Data di pubblicazione: 2019-10-02 16:35:14
3
Di presentarsi alle prossime elezioni da sindaco della Capitale la leader di Fdi non ci pensa. Di fare opposizione nemmeno. Meglio andare in tv senza rischiare
Data di pubblicazione: 2019-10-06 17:37:52
4
Nota del Comune: "Soltanto ieri è stato possibile prendere visione del materiale video e così avviare le procedure evidenziate"
Data di pubblicazione: 2019-10-09 11:16:36
5
Finisce così l'avventura del sesto gruppo di amministratori Ama in poco più di tre anni dopo gli amministratori unici Fortini, Solidoro, Giglio e Bagatti e il cda guidato da Bagnacani
Data di pubblicazione: 2019-10-01 20:38:06
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]