Venerdì 24 Maggio 2019 ore 02:50
CRONACA LATINA
Latina, sequestrate 2 tonnellate di formaggio
I Nas hanno sequestrato in tutto il Paese quattro tonnellate di prodotti alimentari

Negli ultimi giorni, in più parti del Paese, i militari del Nas hanno sequestrato quattro tonnellate di prodotti alimentari irregolari per un valore di circa 20.000 euro e contestato sanzioni amministrative.
In particolare il Nas di Latina, presso un caseificio del capoluogo pontino specializzato nella produzione di mozzarelle, ha sequestrato due tonnellate di formaggio a pasta filata confezionato e pronto per la commercializzazione; ottenuto dalla lavorazione di cagliata, di provenienza tedesca, alla quale era stato addizionato il conservante “sorbato di potassio” (sigla E202). L’utilizzo di tale additivo non era indicato nella documentazione aziendale e sull’etichetta apposta sulle confezioni del prodotto finito.
Lo stesso nucleo, presso un altro opificio della stessa provincia, ha sequestrato 350 kg di mozzarella di bufala, residuo (non commercializzato) di una precedente produzione che, nonostante fosse destinato ad essere smaltito come rifiuto, era stoccato all’interno di una cella frigorifera insieme ad altri prodotti caseari pronti per la distribuzione.

Passiamo a Parma, dove il Nas della zona, a seguito di un’ispezione effettuata presso un caseificio del modenese, ha trovato all’interno di una cella frigorifera oltre mezza tonnellata di burro priva della necessaria documentazione ai fini della rintracciabilità. Il prodotto sequestrato verrà infatti distrutto.

I controlli del Nas sono arrivati fino a Caserta dove è stata individuata un’azienda lattiero casearia in precarie condizioni igienico sanitarie e strutturali (assenza di locali adibiti sia a deposito di prodotti finiti che di materiale da imballaggio sia di celle frigo per lo stoccaggio momentaneo del formaggio, presenza di muffa e condensa diffuse sul soffitto).
Nel corso dell’ispezione è stato accertato dai Carabinieri che le attività di vendita e produzione venivano svolte nei medesimi locali, compreso l’utilizzo di latte di ignota provenienza. L’Azienda Sanitaria Provinciale, intervenuta sul posto su richiesta del Nas operante, ha disposto il sequestro di oltre una tonnellata di latte di bufala e la sospensione dell’attività.

La produzione e la distribuzione dei prodotti alimentari mediterranei costituiscono uno dei settori costantemente vigilati dai Carabinieri del Nas.


ARTICOLI CORRELATI
Richiesta l'interpretazione della norma in materia di produzione casearia
Intervista al Presidente di Ecce Italia, Rocco Corsetti, che si occupa di promuovere le produzioni di eccellenza dei Borghi italiani
Morto un 74enne per una intossicazione alimentare. Altre 3 persone sono in gravi condizioni
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Sequestrati 243 chili di droga
2
Poco prima il ragazzo aveva scritto un messaggio alla madre in cui palesava l'intenzione di farla finita
3
I dissidi tra padre e figlia erano frequenti. E' da capire se la giovane donna abbia agito per difendersi da un'aggressione del padre
4
Il padre ha buttato giù la porta, e ha visto il corpo a terra della figlia che non dava segni di vita; inutili i tentativi disperati di rianimarla
5
L'accusa per la 19enne Debora è stata derubricata in eccesso colposo di legittima difesa

1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]