Mercoledì 17 Luglio 2019 ore 02:33
CRONACA ROMA
Morti bianche: La tecnologia per combattere una malattia sociale
Nuove piattaforme aeree per tutelare la sicurezza sul posto di lavoro, tra i promotori la romana CO.ME.T. officine

Le morti bianche continuano ad essere un triste primato del nostro paese. Una strage silenziosa, inarrestabile, che non ha volto, nè nome. Un'ombra perennemente in agguato. Nei cantieri, nelle fabbriche, nei campi. Secondo i dati riportati dall'Eurostat si stimano all'anno 1170 vittime di incidenti sul posto di lavoro, molte delle quali perdono la vita precipitando nel vuoto.

Sono numeri che aumentano di giorno in giorno ed è l'ennesimo richiamo a una presa di responsabilità comune, perchè lavorare per vivere è un diritto dell'uomo, ma perdere la vita a causa del lavoro è un errore che va riparato. Nel settore delicato come quello edile, che utilizza tecnologia di sollevamento, la soluzione per ridurre le percentuali di incidenti sul posto di lavoro è presupporre una formazione professionale e forme di abilitazioni specifiche legate anche al continuo modificarsi delle tecniche e dei prodotti.

Sul fronte dell'impegno nella sicurezza, spicca l'italiana CO.ME.T. officine, la prima azienda capitolina a portare in Europa il concetto di "piattaforma di lavoro elevabile", un dispositivo finalmente in grado di consentire il lavoro in quota in condizioni di totale sicurezza e comodità per l'operatore. L'impegno di cui si fa carico CO.ME.T è quello di investire in tecnologie per la tutela dell'operatore, installando sui suoi prodotti dispositivi di tipo attivo che garantiscono totale sicurezza anche in caso di avaria. Nel mercato domestico sono poche le aziende ad essersi specializzata nel settore isolamento. CO.ME.T officine sterra la strada verso l'adozione di piattaforme in grado di proteggere da contatti accidentali con fonti elettriche o anche tali da consentire l'intervento diretto su linee in tensione, una delle cause principali di morti bianche.

Per tutelare il lavoratore sul posto di lavoro, in particolare gli operatori sospesi nel vuoto ad alte quote, è indispensabile seguire questa strada e investire nella prevenzione e nella sicurezza, un impegno serio per combattere il fenomeno infortunistico nel lavoro.


ARTICOLI CORRELATI
Tra il 2019 e il 2021, si stima che saranno stanziati circa 2 milioni di euro da investire su iniziative che coinvolgono più settori lavorativi
Oggi a Roma la manifestazione della Fiom per l'emergenza lavoro
A perdere la vita un 48enne, precipitato forse a causa della rottura di una scala

I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
“Miss Mamma Italiana” è il primo concorso nazionale di bellezza e simpatia
2
Un'intensa perturbazione sull'Italia causerà forti piogge e un brusco calo delle temperature
3
Impatto tra un'Audi A3 e una Fiat Panda. Uno dei feriti è in terapia intensiva al San Camillo di Roma
4
Su una nota piattaforma di messaggistica la scoperta di una chat di gruppo dove i 3 avevano messo appunto le fasi del colpo
5
Il 23enne, già sottoposto agli arresti domiciliari per le continue aggressioni alla donna, deve rispondere delle accuse detenzione illegale di armi, atti persecutori e trattamento illecito di dati personali
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]