Martedì 25 Luglio 2017 ore 10:39
TECH ROMA
A Roma la quarta tappa del Forensics Roadshow 2013
Il tour dedicato all’informatica forense

Sarà il Crowne Plaza Rome St. Peter's Hotel di via Aurelia Antica 415 a Roma ad ospitare lunedì 3 giugno, dalle ore 9 in avanti, la quarta giornata del Forensics Roadshow 2013, il tour dedicato all’informatica forense. Durante ogni giornata professionisti del settore illustreranno strategie, strumenti e case history allo scopo di promuovere i metodi utilizzati per la risoluzione di casi di criminalità informatica.

Organizzato da SAP – Sindacato Autonomo di Polizia, Yarix e Datamatic Sistemi & Servizi, il Forensics Roadshow vede come partner autorevoli aziende di settore quali Dell, AccessData, Digital Intelligence e Guidance Software. Le giornate costituiranno una preziosa occasione di formazione per operatori del settore ma saranno comunque aperte al pubblico (l’iscrizione è gratuita) di curiosi desiderosi di apprendere tecniche e modalità di intervento.

Alla tappa romana parteciperanno diversi reparti della Polizia di Stato quali Polizia Stradale, Polizia Postale, Ispettorato P.S. c/o Presidenza Consiglio dei Ministri, Ispettorato Generale P.S. Vaticano, Nucleo Operativo Centrale Sicurezza (N.O.C.S.), D.I.G.O.S., Ufficio Immigrazione, S.C.P., FF.OO., Polizia Scientifica e Squadra Mobile.

“La crisi economica che stiamo vivendo - dichiara Fabio Conestà, segretario SAP della regione Lazio - sta penalizzando in maniera preoccupante il nostro comparto sicurezza. La carenza di risorse incide moltissimo anche su un aspetto fondamentale che è quello della formazione. Il nostro sindacato ha sempre investito sull’accrescimento culturale, promuovendo corsi utili ad aumentare le professionalità degli operatori di polizia. La rete, ad esempio, oggi rappresenta il mezzo dove maggiormente vengono scambiate informazioni, un mondo frequentato da milioni di persone, di tutte le fasce di età, che la utilizzano per scopi diversi. Una legislazione che si evolve continuamente in materia di reati informatici, impone una continuo aggiornamento da parte degli operatori di polizia. Per questo motivo – conclude Conestà - ringrazio le società Yarix e Datamatic Sistemi & Servizi per averci coinvolto in un progetto che sono certo troverà ampio interesse sia fra i nostri colleghi che in ambito istituzionale”.

Durante le singole tappe, agli interventi di specialisti del settore si alterneranno relazioni di segretari del SAP e quelle di studiosi che inquadreranno le problematiche all’interno del contesto giuridico. Verrà dato spazio ad un confronto col pubblico, che avrà l’occasione di discutere direttamente con i relatori alcune tra le questioni più spinose e infine troveranno spazio gli stand dei partner, disponibili ad approfondire richieste ed eseguire consulenze sui prodotti presentati.

“Oltre alla presenza degli stand dei nostri prestigiosi partner - dichiara Mirko Gatto, CEO di Yarix Sistemi & Servizi - durante il roadshow verranno utilizzati software quali Encase di Guidance Software, leader mondiale del settore ed utilizzato da organizzazioni quali l’ FBI e la nostra Polizia Postale”.

Oggi il costante utilizzo e conoscenza dei dispositivi informatici nella vita quotidiana porta, sempre più di frequente, alla necessità di utilizzarli allo scopo di provare o confutare diverse tipologie di reati. L’informatica forense è la scienza che studia l'individuazione, la conservazione, la protezione, l'estrazione, la documentazione, l'impiego ed ogni altra forma di trattamento del dato informatico al fine di essere valutato in un processo giuridico.

Eseguire un’analisi forense su strumenti informatici richiede un elevata conoscenza dei sistemi operativi, software e hardware su cui dovranno essere svolte le indagini. Oltre a ciò sono richieste competenze normative, al fine di poter produrre risultati non contestabili e quindi utilizzabili nelle fasi di dibattimento legale.

“Tra i relatori delle cinque giornate - spiega Cristiano Pacitto, CEO di Datamatic Sistemi & Servizi - avremo anche chi si occuperà di affrontare gli aspetti normativi focalizzando l’attenzione soprattutto sulla Convenzione di Budapest, il primo accordo internazionale teso a inquadrare i crimini legati a internet e alle reti informatiche recepito dal nostro sistema legislativo con la legge di ratifica n.48 del 18 marzo 2008”.

Per iscriversi gratuitamente agli eventi delle singole città è necessario compilare l’apposito modulo raggiungibile dalla pagina “News” del sito www.yarix.com.


ARTICOLI CORRELATI
Per ora sono 4 gli arrestati. Le indagini continuano
Continua il processo di dematerializzazione documentale a Cori
I PIU' LETTI IN TECH I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
ANALFABETI DIGITALI La vita vista da Google map
Non si vive di solo Facebook, Twitter o Instagram. Esistono molti mondi diversamente social in Rete, e uno dei più interessanti è Google maps
2
Il tour dedicato all’informatica forense
3
AVVISO IMPORTANTE DA HP Attenzione al cavo del portatile HP
HP ha riscontrato un difetto in alcuni cavi per l’alimentazione di notebook, mini-notebook e accessori per docking station. Il problema riguarda i dispositivi venduti tra settembre 2010 e giugno 2012
4
I notebook hanno rivoluzionato le nostre abitudini di navigazione, mettendoci a disposizione uno strumento dall'incredibile utilità
5
Il Nokia 3310 prodotto dalla compagnia finlandese torna più colorato e con nuove funzioni senza perdere le sue originali caratteristiche
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency