Venerdì 15 Novembre 2019 ore 08:03
VOCE DIVINA
Benedetta Catenacci stupisce a “Ti lascio una Canzone" su Rai 1
La voce di Benedetta Catenacci, sabato sera in tv a "Ti lascio una canzone" ha stupito i giudici della trasmissione condotta dalla Clerici

Dal palco di “Come d’InCanto” alla prima serata di Rai 1 sul palco di “Ti Lascio una Canzone”. È questo il percorso che la piccola e talentuosa  “figlia” di Sora, Benedetta Catenacci,  ha affrontato e superato brillantemente in questi mesi. Sabato sera Benedetta, ha sbalordito tutti con la sua bellissima voce e la sua performance che ha lasciato di stucco anche i giudici del famoso programma musicale condotto da Antonella Clerici. Il celeberrimo brano lirico “Parla più piano”, magnificamente interpretato da Benedetta insieme al suo compagno di avventura Federico Piermarini, ha convinto anche il pubblico da casa che ha praticamente ribaltato quello che era stato il verdetto iniziale della giuria in studio. Benedetta non è solo stata brava ma anche bella, dolce e soprattutto simpatica e non ha mai lasciato trasparire dalla sua voce l’emozione di un debutto così importante. In questi giorni è stata seguita, oltre che dal maestro De Amicis direttore artistico e musicale della trasmissione, anche dalla professoressa Maria Teresa Reale che da sempre, all’interno della sua Accademia Musicale di “Come d’InCanto” di Sora, lavora con tenacia e passione affinché talenti come quello di Benedetta Catenacci, possano emergere ed essere apprezzati anche al di fuori del panorama culturale locale. Molto più emozionati, ma sicuramente anche fieri e orgogliosi, i genitori e i nonni che hanno voluto accompagnarla in questa prima e importante tappa della sua lunga e ci auguriamo brillante carriera. Certo Benedetta è ancora piccola, ma da quello che abbiamo visto sabato è sicuramente molto determinata a voler coltivare e migliorare questa sua passione e la città di Sora, da sempre città dell’arte e della cultura, da questa oggi può vantarsi di una nuova stella che incanta e canta con la dolcezza e l’armonia di un usignolo, altro che “galline”.


ARTICOLI CORRELATI
La Rai non riesce più a guardare al futuro e ripropone sempre il suo passato
Agli occhi di chi impattava dal vivo -o peggio in tv- con lui, Beppe appariva un personaggio ostico, scostante, presuntuoso, arrogante
Quello che svelo è il contenuto del messaggio wathsApp tra me e Renato Zero il giorno dopo di Arenà, il suo concertone all'arena di Verona...
I PIU' LETTI IN SPETTACOLI
GIORNO SETTIMANA MESE
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]