Domenica 16 Giugno 2019 ore 19:47
CENE E CENETTE, MAFIE E MAFIETTE
Quanto sei sporca Roma quando è sera
La sceneggiata napoletana che vede coinvolto l’ex primo cittadino della Capitale tiene ancora banco. Lacrime e cori da stadio

La sceneggiata napoletana che vede coinvolto l’ex primo cittadino della Capitale tiene ancora banco. Lacrime e cori da stadio, da una parte, per i tifosi del chirurgo che lascia l’incarico non senza rancori, tappi di spumante che saltano a più non posso e che festeggiano l’evento, dall’altra. Nel mezzo? Roma. La Roma Capitale che, ferita ed offesa, ancora una volta prova rimboccarsi le maniche in attesa della solita, ennesima partita a scacchi che la vedrà Regina,attrice non protagonista e senza nemmeno lo straccio di una nomination. Abbandonata a se stessa e in preda all’ennesima crisi di nervi, la città si ritrova nuovamente sola. Sfregiata nell’anima, derisa e bestemmiata, depressa. Cene e cenette? Mafie e “mafiette”? L’acqua calda l’hanno riscoperta in tanti. Come se si fosse atterrati solo ora sul Pianeta Terra e ci si trovasse di fronte a forme di vita primordiali, vagamente intelligenti. Vogliono forse farci credere che le storielle romane degli ultimi anni siano una scoperta? E poi, siamo sicuri che le medesime vicende siano un brevetto soltanto capitolino? Prime serate e paginoni di carta che strillano ritornelli che suonano nuovi come le peripezie di Salvatore Giuliano. Il Fonzie, prima del Consiglio e dopo il Mike, si era presentato dalla Maria nazionale per battere le presunte opposizioni in campagna elettorale. Siamo a questo. Anzi, a nemmeno questo, perché, allora, non c’era stato nemmeno il cavillo del voto. Ma farneticazioni come queste, con le sceneggiate all’ombra del “cuppolone”, c’entrano poco o nulla. Forse. Ed allora si rifanno sotto tutti. Sono andati a cercare i vecchi sindaci viventi fino alla terza glaciazione. E poi, volti noti e meno noti, attrici e presunte tali. Tutti si rifanno il look e le unghie. Tutti si propongono. Ammiccano. D’altronde, con la Città Eterna in mano a prefetti e malavita, la tentazione del Kolossal in Cinemascope è troppo forte. Dopo il forestiero Vacanze Romane, potrebbe segnare il definitivo rilancio del cinema italiano.


ARTICOLI CORRELATI
All'orizzonte forse si profila un ennesimo scandalo: quello della gestione costosissima del canile comunale
Glielo hanno spiegato, quando faceva il chirurgo, che spesso l’operazione riesce ma il paziente muore?
Eccolo qua, il solito paese dei Guelfi e dei Ghibellini. Il Paese che litiga su tutto, questa volta si divide su un film
I PIU' LETTI IN OPINIONI I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
2
Lo spettacolo offerto dai Pooh ieri sera resterà nella memoria di chi l'ha visto come il concerto italiano più grande mai organizzato negli ultimi anni
3
ANALFABETI DIGITALI La vita vista da Google map
Non si vive di solo Facebook, Twitter o Instagram. Esistono molti mondi diversamente social in Rete, e uno dei più interessanti è Google maps
4
A Tonnarella ci si può svegliare con calma, concedersi una granita al cioccolato con panna e brioche. Addio aranci, limoni e mandarini
5
Sapete qual è il problema? Che alle Province hanno lasciato la proprietà ma hanno ridotto al lumicino risorse umane e finanziarie
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]