Giovedì 25 Aprile 2019 ore 17:49
IL CIRCO DEGLI ORRORI
Autopsia pubblica di una leonessa allo zoo?
In Danimarca è spettacolo

In Danimarca torna il Circo degli Orrori. Stavolta, però e ancora, si trasferisce allo zoo. No, non siamo a Copenaghen, dove lo scempio del corpo di Marius, il piccolo di giraffa, fatto a pezzi e dato in pasto ai leoni sotto gli occhi di un pubblico infarcito di bambini, aveva fatto il giro del mondo. No, non siamo nel medesimo manicomio per animali dove, solo poche settimane dopo il giraffino, furono sterminati dei leoni perché non c’era posto, rifiutando la richiesta di adozione avanzata da altre strutture europee perché “gli animali non devono essere considerati come noi umani”.

No, stavolta siamo nello zoo di Odense, nella Danimarca centrale. Lontanucci da Copenaghen ma vicini nelle intenzioni tanto che viene da chiedersi quali requisiti si debbano possedere per essere nominati direttori di strutture che somigliano sempre più a set cinematografici di film dell’orrore.

La trama: una leonessa era stata uccisa diversi mesi fa. Motivo? Troppi felini. Naturalmente a nessuno è venuto in mente di “piazzarla” altrove. Per carità, sono bestie. Nemmeno a perderci tempo! La leonessa viene congelata. Potrebbe sempre tornare utile... Magari, un giorno, per una bella dissezione pubblica.

Quel giorno è arrivato. Sì, perché lo spettacolo, chiaramente pubblico e al quale sono invitati i bambini con i palloncini, è previsto per giovedi. Il direttore del “manicomio per animali” ha pensato proprio a tutto. In questo periodo, infatti, ci sono le vacanze autunnali e i piccoli danesi non vedono l’ora che si dia inizio allo show.

Michael Wallberg Soerensen, direttore del Sanitarium, ha ripetuto il medesimo copione ascoltato in occasioni del genere da quelle parti, insistendo sul fatto che fare a pezzi gli animali di fronte ai bambini è assolutamente educativo.

Nel frattempo e in attesa dell’ennesimo scempio, chi volesse, e fosse dotato di stomaco educato “alla danese”, si può andare a guardare in Rete la fine del piccolo Marius (tanto per fare un pizzico di educazione anche noi). THE END


ARTICOLI CORRELATI
Nonostante le proteste arrivate da tutto il mondo, il cucciolo di giraffa è stato giustiziato
Al giallorosso è stata riscontrata una tendinopatia: riposo precauzionale per lui
19 animali esotici sequestrati dalla Forestale in collaborazione con la Lav e l’associazione Born Free Foundation
I PIU' LETTI IN AMBIENTE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
“Finalmente”, anche in Italia, l'attesissimo e controverso documentario sul Megalodon
3
AMBIENTE Squalo! Squalo!
Con le spiagge della domenica affollate dai bagnanti torna “l'incubo degli squali” tra avvistamenti veri e presunti
4
Nuova spedizione in Sud Africa del fotografo naturalista Remo Sabatini dedicato al predatore dei mari
5
C’è anche una italiana tra i volontari animalisti arrestati alle isole Faroe mentre prosegue la mattanza dei globicefali
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]