Affile Agosta Albano Laziale Allumiere Anguillara Sabazia Anticoli Corrado
Anzio Arcinazzo Romano Ardea Ariccia Arsoli Artena
Bellegra Bracciano Camerata Nuova Campagnano di Roma Canale Monterano Canterano
Capena Capranica Prenestina Carpineto Romano Casape Castel Gandolfo Castel Madama
Castel San Pietro Romano Castelnuovo di Porto Cave Cerreto Laziale Cervara di Roma Cerveteri
Ciampino Ciciliano Cineto Romano Civitavecchia Civitella San Paolo Colleferro
Colonna Fiano Romano Filacciano Fiumicino Fonte Nuova Formello
Frascati Gallicano nel Lazio Gavignano Genazzano Genzano di Roma Gerano
Gorga Grottaferrata Guidonia Montecelio Jenne Labico Ladispoli
Lanuvio Lariano Licenza Magliano Romano Mandela Manziana
Marano Equo Marcellina Marino Mazzano Romano Mentana Monte Compatri
Monte Porzio Catone Monteflavio Montelanico Montelibretti Monterotondo Montorio Romano
Moricone Morlupo Nazzano Nemi Nerola Nettuno
Olevano Romano Palestrina Palombara Sabina Percile Pisoniano Poli
Pomezia Ponzano Romano Riano Rignano Flaminio Riofreddo Rocca Canterano
Rocca di Cave Rocca di Papa Rocca Priora Rocca Santo Stefano Roccagiovine Roiate
Roma Roviano Sacrofano Sambuci San Cesareo San Gregorio da Sassola
San Polo dei Cavalieri San Vito Romano Sant'Angelo Romano Sant'Oreste Santa Marinella Saracinesco
Segni Subiaco Tivoli Tolfa Torrita Tiberina Trevignano Romano
Vallepietra Vallinfreda Valmontone Velletri Vicovaro Vivaro Romano
Zagarolo
Mercoledì 20 Marzo 2019 ore 08:02
INGUAIATI DALLA POLIZIA
Facevano affari con i rifiuti del cimitero: 2 denunce a Terracina
Denunciati un dipendente del Comune e un sorvegliato speciale, che avevano creato un business con oggetti in bronzo e rame e il materiale impiegato nella costruzione di cappelle e tumuli

Tutto è cominciato da un controllo su un furgone guidato da un pregiudicato e sorvegliato speciale, il 30enne L.M., sul quale sono stati rinvenuti oggetti in bronzo e rame e materiale vario, impiegato nella costruzione di tumuli e cappelle. L'uomo non era fornito dell'autorizzazione sia per il trasporto sia per lo smaltimento, cosa che ha fatto scattare le indagini. Il lavoro degli agenti ha fatto emergere un vero e proprio business. E' stato infatti appurato che il materiale scoperto proveniva dal cimitero di Terracina, nella fattispecie derivante da estumulazioni. A quel punto, dopo aver acquisito l'opportuna documentazione presso gli uffici del Comune, presso i quali vengono gestiti i conferimenti autorizzativi, è stata riscontrata una non corrispondenza tra il numero delle estumulazioni effettuate ed i consequenziali trasporti del materiale di risulta da effettuarsi ad opera della ditta incaricata.

Detto in parole povere, è emersa un'attività illecita della gestione dei rifiuti speciali del cimitero. A condurla era il pregiudicato 30enne e un dipendente del Comune, che sono stati denunciati in stato di libertà. Le successive indagini hanno consentito di appurare che il furgone utilizzato dal 30enne sorvegliato speciale aveva una targa clonata. Il mezzo e tutti i rifiuti rinvenuti sono stati posti sotto sequestro, anche perché il materiale, se non gestito a norma di legge, rischia di causare inquinamento.


ARTICOLI CORRELATI
26 decreti di perquisizione emessi dalla Procura di Roma, nel mirino imprenditori e amministratori pubblici
Blitz all'alba dei Carabinieri della Forestale. Sotto sequestro anche 25 autocarri
La Polizia ha denunciato un 25enne di Aprilia che aveva provocato una deflagrazione per impadronirsi dell'incasso e andare a Londra
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
L'uomo sapendo di dover finire in carcere per un anno e mezzo si era allontanato dalla propria abitazione facendo perdere le proprie tracce
2
Il proprietario non si è fatto spaventare e ha ingaggiato un corpo a corpo con i malviventi
3
Etichettatura personalizzata e spedizioni in tutta Italia
4
Per oggi previsto tempo variabile con cieli nuvolosi o molto nuvolosi e isolate precipitazioni
5
Due passeggeri francesi di origine camerunense sono stati sorpresi mentre trafugavano confezioni di profumo presso l’area “partenze” dell’aerostazione
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]