Venerdì 19 Luglio 2019 ore 20:59
SENTENZA
Tar Latina: sindaco non può ordinare riallaccio contatori morosi
I giudici accolgono il ricorso di Acea Ato 5 contro i comuni di Alatri, Cassino e Torrice: il sindaco non non può adottare un'ordinanza sindacale per imporre ripristino dell'utenza

Il Tar di Latina dà ragione ad Acea Ato 5, i sindaci di Cassino, Alatri e Torrice dovranno adeguarsi. Motivo del contendere: il sindaco può ordinare al gestore idrico di riallacciare le utenze dei morosi? I primi cittadini dei tre comuni del basso Lazio avevano infatti emesso ordinanze sindacali per il riallaccio dei contatori di cinque utenti morosi. Acea aveva fatto ricorso al Tar, che ha ritenuto opportuno accoglierlo, annullando così i provvedimenti impugnati.

Al di là delle dei singoli casi i giudici hanno voluto affermare con chiarezza il concetto che il sindaco non può adottare un'ordinanza sindacale per imporre al gestore del SII il ripristino dell'utenza privata distaccata per morosità. Questo perché egli è estraneo al rapporto contrattuale che intercorre tra Acea Ato 5 s.p.a. e il singolo utente.

Nella sentenza viene affermato che il sindaco non può intervenire con l'ordinanza prevista dall'art. 50, comma 5, T.U.E.L., altrimenti si andrebbe a realizzare  "uno sviamento di potere - si legge nele motivazioni- che vede il Comune, estraneo al rapporto contrattuale gestore - utente, impedire al medesimo gestore di azionare i rimedi di legge tesi ad interrompere la somministrazione di acqua nei confronti di utenti non in regola con il pagamento della prevista tariffa, e ciò a prescindere dall'imputabilità di siffatto inadempimento a ragioni di ordine sociale". Tradotto in termini prosaici: all'utente moroso il gestore può staccare l'acqua da un momento all'altro.


ARTICOLI CORRELATI
"Risolveranno il problema montando cabine telefoniche"; "Niente scuse, rimborsateci"; "State creando un bel danno"
Nonostante lo sgambetto della passata tornata elettorale, Alessia Savo è stata eletta nuovamente
In una palazzina di via Scuderi è stato scoperto che il contatore era stato manomesso per non pagare le bollette. Il proprietario è un 81enne romano
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
In mattinata si sono formate lunghe code in direzione Roma, tra Colleferro e San Cesareo. Quattro le persone rimaste ferite
2
“Miss Mamma Italiana” è il primo concorso nazionale di bellezza e simpatia
3
L'uomo che soffriva di crisi depressive, secondo quanto accertato dai militari di Torrimpietra, si sarebbe tolto la vita con un fucile
4
Al vaglio degli investigatori le immagini delle videocamere di sorveglianza per chiarire l'esatta dinamica di quanto accaduto 
5
La vittima, 67 anni, è stata trasportata all'ospedale Santa Scolastica di Cassino
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]