Lunedì 22 Luglio 2019 ore 21:31
DA PETROLINI AI VIANELLA
Grande festa al Teatro Olimpico per la "Canzone Romana" FOTO
La Canzone Romana accoglie i giovani delle passate edizioni Carrozzelle, fontane, tramonti e storie d’amore

Grande serata al Teatro Olimpico per il Festival della Canzone Romana, Lunedì 30 novembre 2015 si è svolta la XXV edizione davanti ad un pubblico calorosissimo e numeroso.

La Canzone Romana accoglie i giovani delle passate edizioni Carrozzelle, fontane, tramonti e storie d’amore. La romanità è quella di un tempo, intramontabile ed eterna, cristallizzata da melodie indimenticabili. Da Fregoli a Petrolini, da Rascel a Garinei e Giovannini, da Claudio Villa ad Antonello Venditti.

Ogni anno un appuntamento fisso rende omaggio a tutto questo. E lunedì sera, davanti a un Teatro Olimpico gremito di persone, per festeggiare il venticinquesimo anno consecutivo, si è svolta la rassegna del Festival della Canzone Romana. Come sempre il patron Lino Fabrizi non si smentisce: di grande prestigio e qualità il parterre degli ospiti intervenuti esibendosi, spiegando così l’aura dei meritati successi che si portano dietro. A rinverdire il perché di così meritati successi anche i giovani concorrenti delle passate edizioni. Artisti ben noti come I Vianella, I Cugini di Campagna, Ambrogio Sparagna,Giorgio Onorato, Elena Bonelli, Paolo Gatti, Alberto Laurenti, Sandro Scapicchio, Velia Abballe Donati e Raffaella Misiti e Le Romane si sono affiancati ai giovani interpreti emersi dalle precedenti edizioni:

Alessio Pistoia, Fiammetta, Enzo Schiavone, Danilo Defant, Anna Bello, Valentina Galdiero, e il duo Gabriele Colicchio e Cristian Grignani. A completare lo spettacolo, il balletto della Crazy Gang, sempre in grande forma che ha trascinato il pubblico ad un grande entusiasmo, gli Stornellatori, gruppo folkloristico romano diretto dal M° Fabrizio Masci che con i loro stornelli hanno fatto partecipare tutto il pubblico presente. La parte comica è stata affidata ad Alessandro Di Carlo, mentre ad Angelo Blasetti è stato affidato un breve ma significativo momento dedicato all’Accademia Giuseppe Gioachino Belli, rappresentata sul palco dal Presidente Fausto Desideri e alla poesia romana.

Gli ospiti intervenuti, tutti indistintamente, hanno letteralmente incantato la platea, offrendo uno spettacolo nello spettacolo. Grande ovation per Edoardo Vianello e Wilma Goich, alias i Vianella, e per i Cugini di Campagna, ma anche standing ovation per Giorgio Onorato, il menestrello più longevo d’Italia, la cui tuttora splendida voce ha da pochi giorni compiuto 88 anni, una colonna portante del Festival, sempre presente fin dalla prima edizione.

Al di là degli interpreti che il Festival riesce ogni volta a richiamare e a proporre al suo pubblico, l’importanza della manifestazione è la capacità di sopravvivere per 25 anni consecutivi. E’ vero che gli appassionati invecchiano e che le nuove leve sono meno numerose di quelle d’antan, ma insistere con queste storiche manifestazioni popolari, dialettali o meno, rappresenta una scelta giusta e coraggiosa, da sostenere concretamente e da valorizzare.

Lino Fabrizi, fondatore e organizzatore del festival dal 1991, ha dunque voluto anche quest’anno premiare la tradizione invitando un nutrito parterre di artisti che hanno lasciato nelle proprie canzoni indimenticabili ed inequivocabili segni del loro talento ed orgoglio romano. Come è noto, la manifestazione propone anche un concorso aperto a nuovi compositori, autori ed interpreti: i brani non debbono essere necessariamente in dialetto, purché il tema sia dedicato alla romanità. La tradizione va infatti continuamente rinnovata e alimentata, perché non rimanga solo una forma colta di “antiquariato culturale”.

Stefano Raucci e Loretta Rossi Stuart sono stati gli ospiti-presentatori di questo evento. I testi sono stati scritti da Silvestro Longo, le coreografie disegnate da Stefano Stopponi, le musiche dirette dal M° Fabrizio Masci, la fotografia è stata curata da Adriano Di Benedetto e la regia di Enzo Basile.

Ricordiamo che nel corso di questo ventennio, il Festival della Canzone Romana ha visto succedersi artisti come: Renato Zero, Nino Manfredi, Carlo Verdone, Franco Califano, Giancarlo Magalli, Michele Mirabella, Lando Fiorini, Enrico Brignano, Mario Scaccia, Fiorenzo Fiorentini, Stefano Rosso, Gigi Sabani, Luciano Rossi, Rodolfo Laganà, Bobby Solo, Stefano Masciarelli, il Maestro Stelvio Cipriani, Manuela Villa, Mal, la Schola Cantorum, e tanti altri.

La continuità di questa manifestazione, portata avanti con dedizione e passione dall’Associazione Amata Italia, è un significativo esempio di come sia necessario diffondere e proseguire un percorso storico attraverso un’antologia di brani vecchi e nuovi, dedicati o ambientati a Roma, riproponendo e arricchendo un canzoniere che spazia dal 1800 ai giorni nostri. Il Festival della Canzone Romana è patrocinato dall’Assessorato alla Cultura e Centro Storico del Comune di Roma e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio. E già si pensa alla prossima edizione: chi volesse far ascoltare il proprio amore per Roma (non necessariamente in dialetto), si può informare digitando.

Il concorso per l’edizione 2016 è già aperto a livello nazionale e internazionale. http://www.festivaldellacanzoneromana.com/


ARTICOLI CORRELATI
Al Teatro Olimpico di Roma è andato in scena il XXIV festival della canzone romana, con grande successo
Festival della Canzone Romana, la storica manifestazione nata con l’intento di valorizzare il patrimonio della romanità
Al Teatro Olimpico di Roma il 28 Settembre andrà in scena la canzone romana, un omaggio a Nino Manfredi
I PIU' LETTI IN SPETTACOLI I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Tanti amici invitati alla Limonaia per i 45 anni di Ilfrida Ismolli
2
Dopo una discussione famigliare Giancarlo Magalli viene portato in ospedale perché ha ricevuto "La botta in testa" FOTO
3
Leggendo della morte di Aldo Reggiani... Quando in tv irruppe "La freccia nera"
4
La star internazionale del cinema per adulti testimonial di “Miss Sana e Bella”
5
Lillo & Greg Best of mette in scena un frizzante “varietà” che ripropone tutti cavalli di battaglia della famosa coppia comica
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]