Sabato 04 Aprile 2020 ore 08:46
CULTURA MONTALTO DI CASTRO
Necropoli di Vulci, una nuova scoperta
E' stata rinvenuta una coppia di mani in argento, con decorazioni in oro

La necropoli di Vulci è un pozzo delle meraviglie: non si esauriscono le importanti scoperte archeologiche.
Dopo lo scarabeo egizio, una Sfinge in una tomba principesca, e la tomba di due bambini, questa volta è stata scoperta una coppia di mani in lamina d’argento, con alcune decorazioni in oro, tra cui le unghie.

Stante l’esigenza di ricostituire il corpo del defunto dopo la morte, si crede che queste mani appartenessero a dei simulacri che venivano posti nella tomba insieme ad altri elementi del corredo funebre.
Queste mani, inoltre, sono l’unico esemplare in argento della tipica produzione vulcente, che sia stato finora ritrovato.

Le operazioni di scavo sono state condotte dalla Soprintendenza per i beni archeologici dell’Etruria meridionale, sotto la direzione di Alfonsina Russo e in con Carlo Casi, direttore della Mastarna, la società che gestisce il parco di Vulci.


ARTICOLI CORRELATI
La recente scoperta degli studiosi di Mastarna, monitorata dalle telecamere di Superquark
E' ancora intatta. Dentro ci sono le ossa di un principe e vari oggetti in oro
Lunedì 27 luglio al Parco naturalistico di Vulci, Montalto di Castro (VT)
I PIU' LETTI IN CULTURA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Sognate di visitare il British Museum o di fare una lezione di fotografia al Moma di New York? In quarantena tutto è possibile
Data di pubblicazione: 2020-04-01 14:23:41
1
Sognate di visitare il British Museum o di fare una lezione di fotografia al Moma di New York? In quarantena tutto è possibile
Data di pubblicazione: 2020-04-01 14:23:41
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]