Lunedì 18 Marzo 2019 ore 22:44
SPECIALE EUROPEO
Europei: L’Italia ci fa sognare, 2-0 alla Spagna!
L’Italia batte la Spagna agli ottavi 2-0 e passa ai quarti dove incontrerà la Germania

Tutti ricorderanno quel 1° luglio 2012, quell’Italia-Spagna che rievoca una serata incubo per gli Azzurri: la finale dell’Europeo persa per 4-0. Da stasera quel brutto ricordo si allevia, la vendetta è servita, la Spagna non è solo sintomo di sconfitta. Oggi allo Stade de France di Saint-Denis, l’Italia si è presa la sua rivalsa, la gara di oggi non era una finale, ma l’occasione per credere di essere un gruppo forte e unito pronto per andare a giocarsela una finale. Il penultimo ottavo di finale degli Europei di Francia 2016 ha visto, infatti, trionfare l’Italia per 2-0 sulla Spagna, grazie alle reti di Giorgio Chiellini e Graziano Pellè.

La squadra di Conte parte decisa sin da subito e morde le caviglie degli avversari per stroncare sul nascere il temuto tiki-taka.  L’intensità degli Azzurri porta le Furie Rosse ad arretrare e rischiare. La prima occasione da gol matura dopo minuti con Pellè a svettare in area più in alto di tutti, De Gea è reattivo e toglie il pallone dall’angolo basso. I minuti passano e l’Italia cresce dominando il terreno di gioco e il vantaggio arriva al minuto 33’: punizione al limite battuta da Eder, De Gea respinge, sul pallone si avventa Chiellini che non sbaglia da pochissimi metri. Nel finale, il portiere del Manchester United si fa perdonare, togliendo dall’incrocio con la mano di richiamo una conclusione di Giaccherini. Il secondo tempo inizia con lo stesso copione del primo con l’Italia a fare la partita e Eder al 55’ che sciupa un’occasione d’oro facendosi ipnotizzare da De Gea  che vince l’uno contro uno,  respingendo la conclusione dell’attaccante.

Gli iberici, scossi dallo svantaggio e da un’Italia sempre più coraggiosa, provano la reazione controllando il possesso palla e aspettando il momento giusto per bucare l’attentissima retroguardia italiana, ma il muro difensivo non scricchiola e l’unico pericolo per Buffon è la botta centrale da fuori di Iniesta che il portiere azzurro devia facilmente in corner. La Spagna prova il tutto per tutto e si riversa in attacco sfiorando il pareggio a pochi minuti dal termine con Piquè che calcia a colpo sicuro da distanza ravvicinata, ma Buffon in uscita è miracoloso e sventa il pericolo. Mancano pochi minuti, i tifosi azzurri attendono tutti il fischio finale, ma c’è ancora tempo per una gioia, per un urlo che ci proietta ai quarti: Spagna sbilanciata, Insigne cambia benissimo gioco trovando a destra Darmian, cross teso in mezzo dove c’è Pellè che al volo, di collo pieno, raddoppia e mette al sicuro il risultato. Estasi tricolore allo Stade de France, la Spagna torna in patria e noi avanziamo nel torneo, ma ad attenderci dopo i campioni d’Europa in carica ci sono i campioni del mondo.  Sabato, infatti, ci attende la Germania.


ARTICOLI CORRELATI
Siamo andati al letto con le scene dei calci di rigore di Pellè e Zaza convinti di aver visto un filmetto dove alla fine Alvaro Vitali vince l'Oscar
Nel corso delle indagini sono stati sequestrati dai Carabinieri quintali e quintali di droga che giungevano in Italia nascosta all’interno della struttura metallica di particolari macchinari
Al giallorosso è stata riscontrata una tendinopatia: riposo precauzionale per lui
I PIU' LETTI IN SPORT I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
La Roma batte il Pescara in trasferta per 1-4 e guadagna punti sul Napoli, adesso a meno quattro in classifica
2
Seconda sconfitta di fila per la Lazio che dopo il KO contro la Fiorentina cade in casa contro l’Inter per 1-3 e rischia di perdere il quarto posto in classifica
3
Stasera torna il Derby del Cuore. Attori, cantanti e calciatori di Roma e Lazio si sfidano per solidarietà
4
Arriva il fischio finale, finisce in pareggio la grande sfida al San Paolo. Il Napoli è più tambureggiante in attacco, ma non trova il gol
5
Il giocatore era rientrato dal Pescara, che ha acquistato la metà di Caprari
1
La Lazio supera con facilità l'ostacolo Parma
2
La Juventus scongiura il pericolo di essere estratte con una delle quattro temibilissime inglesi
3
Brutta sconfitta che condanna i ciociari, adesso servirà un vero e proprio miracolo sportivo
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]