Acquapendente Arlena di Castro Bagnoregio Barbarano Romano Bassano in Teverina Bassano Romano
Blera Bolsena Bomarzo Calcata Canepina Canino
Capodimonte Capranica Caprarola Carbognano Castel Sant'Elia Castiglione in Teverina
Celleno Cellere Civita Castellana Civitella d'Agliano Corchiano Fabrica di Roma
Faleria Farnese Gallese Gradoli Graffignano Grotte di Castro
Ischia di Castro Latera Lubriano Marta Montalto di Castro Monte Romano
Montefiascone Monterosi Nepi Onano Oriolo Romano Orte
Piansano Proceno Ronciglione San Lorenzo Nuovo Soriano nel Cimino Sutri
Tarquinia Tessennano Tuscania Valentano Vallerano Vasanello
Vejano Vetralla Vignanello Villa San Giovanni in Tuscia Viterbo Vitorchiano
Mercoledì 22 Maggio 2019 ore 07:13
UNA MORTE ATROCE E ASSURDA
Tragico incidente sull'Aurelia: Ladispoli piange Daniele Nica
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock

Una maledizione, quella della via Aurelia, che costa la vita a un'altra giovanissima vita. A una decina di giorni di distanza dalla tragica fine dei due fidanzati Matteo Carta e Alessandra Grandi, travolti da un'auto pirata mentre viaggiavano a bordo di una moto, nelle prime ore del mattino un adolescente di soli 16 anni ha perso la vita in un altro assurdo incidente.

Il 16enne Daniele Nica è infatti deceduto intorno alle 2.30 (anche se alcuni riportano le 4) all'altezza del km 38, all'ingresso di Ladispoli. Secondo le prime ricostruzioni, il giovane, figlio del titolare di un bar del centro di Ladispoli, era appena sceso dalla propria minicar, quando è stato travolto da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Questo è l'elemento che sembra certo, mentre sui dettagli vi sono sfumature diverse: alcuni riferiscono che il 16enne era diretto in un locale  della zona e avrebbe perso la vita mentre stava tornando verso la minicar parcheggiata per prendere qualcosa che aveva dimenticato. Secondo altri la tragedia è avvenuta subito dopo essere sceso dal mezzo, dopo averlo parcheggiato in corrispondenza di un autovelox.

E' invece appurato che insieme a lui c'era un amico ma che soprattutto il conducente della vettura, che stando a quanto riporta il sito RomaToday è una Mercedes Classe A guidata da un 31enne di Roma, ha provato ad aiutare il 16enne, allertando i soccorsi. I sanitari del 118 hanno provato a trasportarlo d'urgenza all'ospedale Aurelia Hospital di Roma, ma le sue condizioni erano purtroppo parse sin da subito serie. L'adolescente, infatti, è deceduto poco dopo l'arrivo all'ospedale. Al momento per il 31enne non si profilerebbe nessuna incriminazione, anche perché i test di alcol e droga avrebbero dato esito negativo. La comunità di Ladispoli è sconvolta: peraltro poche ore prima un ragazzo del posto, Biagio Tabacchini, era stato trovato morto a Manziana dopo aver fatto perdere le proprie tracce. Il Comune ha deciso di annullare tutti gli eventi previsti per oggi. Su Facebook molte persone stanno esprimendo la propria costernazione e la solidarietà alla famiglia.

"Adesso è' il momento di riflettere, non si può", scrive Andrea. "Un disagio così non lo provavo dagli anni 90, quando abbiamo perso tanti amici per i tanti incidenti stradali", è la triste riflessione di Furio.  "Un dolore immenso, condoglianze alla famiglia" "Piccolo angelo riposa in pace" "Che tragica giornata per Ladispoli", sono i commenti più diffusi. "Morire a 16 anni a notte fonda nei pressi di un locale è qualcosa di assurdo", osserva Jesus. "Un genitore non dovrebbe mai piangere un figlio", è il pensiero di Marina. Il modo migliore per concludere è forse quello di Grazia, che pensando alla sorte toccata a Daniele ma anche a Biagio Tabacchini auspica: "Che il Signore li stringa tra le sue braccia, riposate in pace".


 


ARTICOLI CORRELATI
Gli organi e i tessuti del 16enne scomparso a Ladispoli saranno a disposizione di 60 malati oncologici. Su Facebook proseguono i messaggi di cordoglio
Scontro tra un'auto e uno scooter a Santa Severa: deceduti due fidanzati di 23 e 25 anni, fermato un uomo che nega il coinvolgimento
Si tratta di Valentino Galanutomo di Monte Romano, coinvolto in un pauroso frontale che ha causato anche 5 feriti
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
2
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
3
Lo afferma Giuseppe Di Bella, riferendosi ai casi di neoplasie in cui sono esaurite le possibilità chirurgiche
4
Il metodo Di Bella è in grado di guarire il tumore alla prostata senza ricorrere alla chemioterapia o alla radioterapia
5
Leonardo Cimino, un criminale dimenticato a torto, fu un apripista, il grimaldello della malavita per "forzare" Roma
1
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
2
“Finalmente”, anche in Italia, l'attesissimo e controverso documentario sul Megalodon
3
La Roma batte il Pescara in trasferta per 1-4 e guadagna punti sul Napoli, adesso a meno quattro in classifica
4
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
5
I risultati, digitando il suo nome, sono collegati a foto hot e siti porno. Lei sbotta: "Non sono una prostituta"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]