Lunedì 22 Luglio 2019 ore 01:08
QUANTE EMOZIONI
Rocambolesco 3-4 della Lazio che fatica, ma batte l’Atalanta
Incredibile match allo stadio Azzurri d’Italia. La Lazio chiude il primo tempo sul 3-0, poi si fa rimontare 2-3, e in un minuto, nel finale, arriva il definitivo 3-4

Dopo gli anticipi di ieri e oggi pomeriggio che hanno visto le vittorie di Juventus, Roma e Milan, scendono in campo tutte le altre squadre per l’esordio nella stagione 2016-2017. Stasera anche la Lazio ha aperto la stagione, con l’obiettivo di dimenticare quella precedente chiusa con un ottavo posto in classifica. La squadra di Simone Inzaghi è scesa in campo a Bergamo per sfidare l’Atalanta di Gasperini riuscendo ad espugnare lo stadio Atleti Azzurri d’Italia con un rocambolesco 3-4.

I biancocelesti con ben tre pedine nuove in campo, Immobile, Lukaku e Lombardi, fatica molto nei primi minuti e rischia già di capitolare al 9’ quando Paloschi riceve benissimo in piena area di rigore da Gomez, girata violenta con la palla che si stampa sulla traversa. Quando però sembra che a fare la partita saranno i padroni di casa, la Lazio spacca la partita. Minuto 15’, Milinkovic Savic inventa un filtrante per Ciro Immobile, la difesa bergamasca sale male sul fuorigioco con il centravanti biancoceleste che si invola indisturbato verso la porta e fulmina in uscita Sportiello con un diagonale millimetrico che bacia il palo e si insacca in rete. La risposta dell’Atalanta non si fa attendere e arriva due minuti dopo con un’azione tutta in velocità: Gomez allarga perfettamente per Dramè, cross basso in mezzo per Kessie che prova il colpo di tacco e mette il pallone di poco fuori. La partita è accesissima e gli ospiti raddoppiano al 20’ con Hoedt che stacca perfettamente sulla punizione dalla trequarti di Biglia e batte Sportiello che riesce ad intercettare il pallone, ma non riesce ad evitare la prima rete in serie A del difensore olandese. Dopo il micidiale uno-due messo a segno dai biancocelesti la partita sembra calare nei ritmi con le gli ospiti che tentano di amministrare il vantaggio. Al 32’ la Lazio insacca il tris grazie alla prima rete in serie A di Lombardi al suo esordio assoluto nella massima serie. Contropiede micidiale dei biancocelesti iniziato dalla discesa velocissima sulla sinistra di Kishna che serve in mezzo Immobile piattone di destro che Sportiello respinge, sul pallone si avventa Lombardi che a porta vuota non sbaglia e regala lo 0-3 alla squadra di Inzaghi. Al tramonto della prima frazione Spinazzola prova a riaprire la gara con un colpo di testa sull’ottimo cross di D’Alessandro, ma la sfera termina di poco al lato. Al fischio  di Banti si va negli spogliatoi sul risultato netto di 0-3 con una Lazio micidiale in fase offensiva che non perdona le sbavature della retroguardia bergamasca.

Nella ripresa, con la partita ormai in discesa, la Lazio allenta la pressione e inizia a palleggiare in mezzo al campo cercando sempre la ripartenza sulle fasce, sfruttando la velocità delle due ali. L’Atalanta, però, non demorde e al 49’ ha l’occasione per dimezzare lo svantaggio con Gomez che gira in area sul cross di D’Alessandro, ma Marchetti è attento e salva la sua porta con una parata in tuffo. Al 62’ l’estremo difensore della Lazio non si fa trovare altrettanto pronto sul tiro-cross di Franck Kessié che riapre i giochi con la sua prima rete in serie A, anche lui come Lombardi all’esordio assoluto. Gli ospiti ancora storditi dalla rete dell’1-3, subiscono la seconda rete dopo neanche 4 minuti. Azione insistita dell’Atalanta, Spinazzola prima dribbla un avversario poi prova la botta in piena area di rigore, Marchetti respinge, ma ancora Kessie insacca in rete per la doppietta al debutto. Partita dunque definitivamente riaperta sul punteggio di 2-3 con ancora oltre venti minuti da giocare. Rinvigorita dalle due reti, la squadra di Gasperini prova il forcing finale nel tentativo di agguantare il pareggio, ma Inzaghi si copre passando alla difesa a 3 e la Lazio riesce ad evitare il peggio anche se in grande affanno. Gli ultimi minuti sono un assoluto monologo nerazzurro che però non produce occasioni da rete pericolose. A due minuti dalla fine però la gara si riaccende: contropiede in velocità con Basta che penetra in area e mette in mezzo un cross basso, in scivolata non ci arriva Djordjevic ma a rimorchio arriva Cataldi che di piatto insacca con Sportiello ormai battuto. Passa solo un minuto e l’Atalanta accorcia nuovamente: calcio d’angolo dalla sinistra ,controllo in area di Petagna che con un preciso diagonale batte il numero uno biancoceleste. Dopo 5 minuti di recupero, arriva il triplice fischio che sancisce una sofferta vittoria per la Lazio che in vantaggio per 0-3 ha rischiato di farsi rimontare sino agli ultimi minuti. Dunque primi tre punti per i biancocelesti che sabato ospiteranno all’Olimpico la Juventus.


ARTICOLI CORRELATI
La Lazio schianta la Sampdoria con il punteggio tennistico di 7-3 e si guadagna la qualificazione matematica alla prossima Europa League
Seconda sconfitta di fila per la Lazio che dopo il KO contro la Fiorentina cade in casa contro l’Inter per 1-3 e rischia di perdere il quarto posto in classifica
La Roma vince la prima gara di campionato asfaltando 4-0 l’Udinese grazie alla doppietta di Perotti e le reti di Dzeko e Salah
I PIU' LETTI IN SPORT I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
La Roma batte il Pescara in trasferta per 1-4 e guadagna punti sul Napoli, adesso a meno quattro in classifica
2
Seconda sconfitta di fila per la Lazio che dopo il KO contro la Fiorentina cade in casa contro l’Inter per 1-3 e rischia di perdere il quarto posto in classifica
3
Stasera torna il Derby del Cuore. Attori, cantanti e calciatori di Roma e Lazio si sfidano per solidarietà
4
Il giocatore era rientrato dal Pescara, che ha acquistato la metà di Caprari
5
Arriva il fischio finale, finisce in pareggio la grande sfida al San Paolo. Il Napoli è più tambureggiante in attacco, ma non trova il gol
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]