Accumoli Amatrice Antrodoco Ascrea Belmonte in Sabina Borbona
Borgo Velino Borgorose Cantalice Cantalupo in Sabina Casaprota Casperia
Castel di Tora Castel Sant'Angelo Castelnuovo di Farfa Cittaducale Cittareale Collalto Sabino
Colle di Tora Collegiove Collevecchio Colli sul Velino Concerviano Configni
Contigliano Cottanello Fara in Sabina Fiamignano Forano Frasso Sabino
Greccio Labro Leonessa Longone Sabino Magliano Sabina Marcetelli
Micigliano Mompeo Montasola Monte San Giovanni in Sabina Montebuono Monteleone Sabino
Montenero Sabino Montopoli di Sabina Morro Reatino Nespolo Orvinio Paganico Sabino
Pescorocchiano Petrella Salto Poggio Bustone Poggio Catino Poggio Mirteto Poggio Moiano
Poggio Nativo Poggio San Lorenzo Posta Pozzaglia Sabina Rieti Rivodutri
Rocca Sinibalda Roccantica Salisano Scandriglia Selci Stimigliano
Tarano Toffia Torri in Sabina Torricella in Sabina Turania Vacone
Varco Sabino
Lunedì 22 Luglio 2019 ore 01:52
OPERAZIONE CARS
Pontecorvo, deferiti un’anziana e un commerciante
Provenienza illecita di pezzi di ricambio e parti di autovetture marca BMW e AUDI

Nell’ambito di una operazione denominata “CARS”, disposta dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, finalizzata al rintraccio di pezzi di ricambio di autovetture di provenienza furtiva immessi nella compravendita on line, al rintraccio e al sequestro di veicoli rubati, nonché all’individuazione dei probabili canali di contatto e dei magazzini destinati alla custodia dei veicoli di provenienza illecita, iCarabinieri del Comando Provinciale di Frosinonehanno eseguito mirati controlli presso le attività commerciali dedite alla vendita on line di tali prodotti.

In particolare, nel corso di tali servizi, i militari dellaCompagnia di Pontecorvo effettuavanoun controllo presso un’attività ubicata in quel Comune, correlata alla rivendita online di pezzi di ricambio di autovetture, nonché presso le pertinenze dell’abitazione di residenza del titolare sita nel comune di Roccasecca. Proprio nelle adiacenze dell’abitazione verificavano la presenza di  rifiuti speciali pericolosi e non, consistenti in materiale ferroso, numerose parti meccaniche e di carrozzeria per autoveicoli di svariati marchi allocati all’esterno di un capannone ben attrezzato per lo smontaggio di autovetture.

Attraverso l’immediata consultazione della Banca Dati utilizzata dal servizio per la cooperazione internazionale di Polizia gli stessi militari, accertavano la provenienza illecita di pezzi di ricambio e parti di autovetture marca BMW e AUDI appartenenti a ben 4 distinti mezzi asportati nel ristretto arco temporale, compreso tra i mesi di maggio e agosto dell’anno in corso, nella Provincia di Roma. A seguito delle risultanze emerse, gli operanti procedevano quindidenuncia in stato di libertà del commerciante, poiché ritenuto responsabile dei reati di“riciclaggio e attività di gestione di rifiuti non autorizzata”, al sequestro di due aree per complessivi mq 2.500, nonché al sequestro penale per il reato di “riciclaggio” di due locali di pertinenza delle citate aree ove erano custoditi e catalogati circa 2.200 pezzi di ricambio meccanici, elettronici e di carrozzeria (già pronti per l’immissione nel mercato on line) compresa l’attrezzatura utilizzata per lo smontaggio delle autovetture.

Nella stessa circostanza in Pignataro Interamna i Carabinieri della Stazione di San Giorgio a Liri, collaborati da quelli delle Stazioni di Pico e Ausonia, eseguivano un analogo controllo presso un’attività commerciale dedita alla compravendita di autovetture usate, ove i militari operanti verificavano che in un’area di circa mq 20.000 vi era la presenza di n. 193 autovetture, molte delle quali in stato di abbandono nonché di rifiuti speciali pericolosi e non, consistenti in pneumatici, bombole gpl, materiale ferroso, numerose parti meccaniche e di carrozzeria per autoveicoli di svariati marchi.

Al termine degli accertamenti venivano deferiti in stato di libertà un’anziana donna residente in Pignataro Interamna e un 45enne commerciante residente in Piedimonte San Germano rispettivamente in qualità di proprietaria del sito e titolate dell’attività, entrambi ritenuti responsabili dei reati di“attività di gestione di rifiuti non autorizzata”.


ARTICOLI CORRELATI
Schianto all'incrocio con via Acqua Vergine, decedute una 26enne e la figlia di 6 anni
Scontro tra 2 auto: un morto e due feriti. Nello stesso tratto erano morte due persone lo scorso 25 aprile
Nell'incidente sono rimaste coinvolte quattro autovetture. Una persona è deceduta e un'altra è rimasta ferita
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
2
E' accaduto sulla corsa Roma-Rieti all'altezza di Osteria Nuova: i passeggeri, sbigottiti, costretti a restare fermi per 30 minuti
3
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
4
"A costo di essere sfacciato, voglio essere sincero. Di generi alimentari ne stanno arrivando tantissimi. Bisogna pensare alla ricostruzione"
5
Lo afferma Giuseppe Di Bella, riferendosi ai casi di neoplasie in cui sono esaurite le possibilità chirurgiche
1
Nonostante i divieti e i servizi offerti dagli stabilimenti balneari, resiste il pranzo al sacco in spiaggia...
1
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
2
“Finalmente”, anche in Italia, l'attesissimo e controverso documentario sul Megalodon
3
La Roma batte il Pescara in trasferta per 1-4 e guadagna punti sul Napoli, adesso a meno quattro in classifica
4
E' accaduto sulla corsa Roma-Rieti all'altezza di Osteria Nuova: i passeggeri, sbigottiti, costretti a restare fermi per 30 minuti
5
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]