Mercoledì 26 Luglio 2017 ore 10:41
MEDICI SENZA STORIA
"I Medici", la bella fiction fasulla di Rai 1
Dai titoli di coda apprendiamo poi che non c'è nemmeno l'ombra di un consulente storico, nemmeno un libro serio di riferimento

E' sicuramente un grande successo i Medici, la serie in otto puntate sulla grande famiglia rinascimentale di Firenze, che RaiFiction ha prodotto con Lux Vide. in una scommessa tutta made in Italy, che rilancia la nostra fiction nel mondo con un grande respiro internazionale. Un cast di attori di fama e spessore come Dustin Hoffman, Richard Madden (Il Trono di Spade), Miriam Leone, Sarah Felberbaum, Alessandro Preziosi, Alessandro Sperduti, Guido Caprino, Valentina Bellé, scritto dagli sceneggiatori di X Files, Man in the High Castle e Star Trek, diretto da Sergio Gezzan, I Medici racconta la bellissima storia di questa famiglia nell'Italia del rinascimento, tra ambizioni e congiure, con al centro la figura di Cosimo De' Medici, sognatore e idealista destinato a fare il banchiere per volere del padre Giovanni (Dustin Hoffman), commerciante illuminato e benefattore, genio della politica e imprenditore dal piglio forte.

Gli ultimi due episodi della fiction trasmessi in prima visione mondiale da Rai 1 il primo novembre, hanno registrato una media d'ascolto di 6 milioni 240 mila spettatori e uno share del 26.40, ma non hanno soddisfatto gli storici, che hanno molte cose da dire. Anzi, da ridire perché, prima obiezione, Cosimo e Lorenzo hanno la barba e i dipinti che li raffigurano ne sono privi. Poi la facciata del Duomo di Firenze non era quella che si vede oggi negli episodi, perché fu completata solo nel 1887, quindi un mezzo falso storico a sentire i critici. E ancora: Giovanni De' Medici, che muore nella fiction avvelenato, morì invece per cause naturali. Insomma, come dice lo storico Franco Cardini su Repubblica: “La storia, quella vera, dov'è? Semplicemente, non c'è. Dai titoli di coda apprendiamo poi che non c'è nemmeno l'ombra di un consulente storico, nemmeno un libro serio di riferimento".

Il produttore Luca Bernabei è intervenuto per difendere il lavoro degli sceneggiatori, spiegando che I Medici non è un documentario storico, ma una serie televisiva, un racconto che per forza di cose dovrà mostrare anche l'apporto creativo dei suoi autori. Come dargli torto? A noi è piaciuto molto.


ARTICOLI CORRELATI
Grandi ascolti per la fiction "La Freccia del Sud". Credibili i protagonisti, Michele Riondino e Luca Barbareschi
Al Maresciallo Rocca il merito di aver fatto conoscere Viterbo a tutto il mondo
Quello che svelo è il contenuto del messaggio wathsApp tra me e Renato Zero il giorno dopo di Arenà, il suo concertone all'arena di Verona...
I PIU' LETTI IN OPINIONI I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Lo spettacolo offerto dai Pooh ieri sera resterà nella memoria di chi l'ha visto come il concerto italiano più grande mai organizzato negli ultimi anni
2
ANALFABETI DIGITALI La vita vista da Google map
Non si vive di solo Facebook, Twitter o Instagram. Esistono molti mondi diversamente social in Rete, e uno dei più interessanti è Google maps
3
Sapete qual è il problema? Che alle Province hanno lasciato la proprietà ma hanno ridotto al lumicino risorse umane e finanziarie
4
Siamo andati al letto con le scene dei calci di rigore di Pellè e Zaza convinti di aver visto un filmetto dove alla fine Alvaro Vitali vince l'Oscar
5
Il viaggio comincia. Tra poco si torna a casa, alla consuetudine di tutti i giorni, al telegiornale che regala solo brutte notizie
1
"Per continuare la nostra razza bisogna dare sostegno concreto alle mamme". "Ho salvato un rondinotto denutrito che non ce la faceva a volare"
2
I writers agiscono senza difficoltà a Roma. Nessuna azione preventiva o investigativa viene adottata nei loro confronti. E' arte ridurre un treno come l'immagine nella foto?
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency