Mercoledì 18 Settembre 2019 ore 21:44
La pubblicità irriverente di Taffo Funeral Services a Roma
"Per pagare e morire c’è sempre tempo", è lo slogan della campagna pubblicitaria dell’anno scorso per il funerale a rate

Generare un diamante della memoria a partire dalle ceneri di cremazione dei defunti? Sembra un tema di un film di fantascienza, invece è oggi una realtà grazie ad un’agenzia di onoranze funebri a Roma, Taffo Funeral Services. Proprio in questi giorni, infatti, per le strade di Roma è possibile notare i cartelloni pubblicitari che recitano lo slogan ‘era la luce dei tuoi occhi, fallo brillare ancora’ con in primo piano l’immagine di una donna avanti con gli anni e la sua pietra preziosa al collo che brilla quasi di luce propria.

La campagna pubblicitaria è stata realizzata, così come le altre in passato, da Peyote Adv e distribuita da Clear Channel. Il tempismo sembra una prerogativa di Taffo, che risponde così alla presa di posizione del Vaticano sul tema della conservazione delle ceneri di cremazione. Se per la Chiesa le ceneri andrebbero rigorosamente deposte in un luogo sacro, come il cimitero, la legge italiana invece permette di conservarle in casa dentro un’apposita urna, oppure di disperderle in luoghi disabitati, come mare, laghi e fiumi. Anche la trasformazione in diamante, come modo per ricordare il defunto, non è espressamente vietata dallo Stato italiano. Il senatore Carlo Giovanardi vorrebbe cambiare le carte in tavolo, con un disegno di legge che prevede l’accusa di vilipendio di cadavere per chi si avvalga di tale pratica, ma non sembra avere appoggio in parlamento.

Non è la prima volta che Taffo Funeral Services fa parlare di sé, viste le campagne pubblicitarie molto sopra alle righe del passato, rispetto al resto del mondo delle imprese funebri, dove lo scherzo non è di certo all’ordine del giorno. La sua comunicazione è originale, fuori dagli schemi e punta al coinvolgimento emotivo del cliente, con slogan divertenti che giocano infatti sul tema della morte, il meno scherzoso per antonomasia. Ad esempio come non sorridere di fronte alla campagna pubblicitaria per la cremazione certificata?

‘Per pagare e morire c’è sempre tempo’, è lo slogan della campagna pubblicitaria dell’anno scorso per il funerale a rate, un servizio che è stato proprio Taffo a lanciare per la prima volta in Italia, e che si rifà al celebre detto popolare. Lo stesso servizio è stato poi oggetto di una campagna pubblicitaria a tema sociale, ‘fate le rate, non fate la guerra’, in perfetto stile figli dei fiori, e di una campagna in stile ‘horror’ che recitava ‘vi aiuteremo a farlo a pezzi… il pagamento del funerale’.

Il tema sociale lo ritroviamo in tutta una serie di pubblicità che sensibilizzano verso la guida sicura e sobria, e che utilizzano come al solito la giusta dose di ironia: ‘don’t drink and Taffo’, ‘non correre oltre i limiti, non abbiamo fretta di vederti’ e ancora ‘se hai sonno fermati subito! Meglio riposare in auto che da noi’.

Anche sul web la pubblicità di Taffo ha la giusta presa, e considerando il mezzo aleatorio, dove tutto è sempre in diretta, si fa ampio uso del cosiddetto instant marketing, ovvero quel tipo di comunicazione nella quale si cavalca l’onda del trend del momento. Da Sanremo alla festa della mamma, da San Valentino al Carnevale, Taffo ha sempre lo slogan giusto, il doppio senso azzeccato e quell’ironia intelligente che rende accettabile anche un tema complicato come quello della morte.


ARTICOLI CORRELATI
"Guida con prudenza, noi possiamo aspettarti in eterno"
A Roma sbarca la start-up Free Social Market, il modo 2.0 di fare la spesa e consigliare prodotti
L'Autorità di Garanzia aveva già bacchettato il Consiglio Nazionale Forense per un parere del 2012
I PIU' LETTI IN ECONOMIA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
L'istituto bancario passa all'incasso e affida a Christie’s la vendita di migliaia di pezzi, fra cui capolavori dei grandi maestri del Rinascimento
Data di pubblicazione: 2019-09-07 17:31:58
2
Se rimarranno reddito di cittadinanza e quota cento, è bene che qualcuno spieghi dove si andranno a trovare le risorse necessarie. La domanda è semplice
Data di pubblicazione: 2019-09-09 16:59:00
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]