Martedì 23 Luglio 2019 ore 09:23
CANE ANGELO
Manifestazione a Montecitorio contro la violenza sugli animali
Giovedi 22 dicembre si terrà a Roma, la manifestazione nazionale voluta dal PAE (Partito Animalista Europeo)

Giovedi 22 dicembre si terrà a Roma, la manifestazione nazionale voluta dal PAE (Partito Animalista Europeo) e dalla gente comune che è rimasta indignata dalla incredibile vicenda che ha riguardato il cane Angelo, ucciso a bastonate, impiccato e filmato da quattro delinquenti di un piccolo paesino, Sangineto, in provincia di Cosenza.

Il tragico episodio, degno della sceneggiatura del peggior horror movie di bassa lega, è soltanto l'ultimo eclatante caso dei tanti crimini commessi contro gli animali. Sono tantissimi, infatti, gli episodi di ferocia inaudita che, con una certa regolarità, vengono pubblicati in Rete da loschi personaggi in cerca di lugubre notorietà . 

Proprio per questo, e non solo, attivisti e persone comuni avevano partecipato, qualche settimana fa e proprio a Sangineto, ad un corteo che aveva voluto porre l'attenzione nazionale e della politica sulla questione chiedendo giustizia per il cane Angelo e l'inasprimento della pena per chi si rende responsabile di atti così terribili.

Vista la grande partecipazione popolare che aveva fatto registrare presenze di persone provenienti da diverse parti d'Italia, gli organizzatori hanno voluto replicare con una manifestazione nazionale che si terrà a Roma, di fronte a Montecitorio, giovedì 22 dicembre.

Di seguito, il comunicato ufficiale del PAE con le dichiarazioni del presidente Stefano Fuccelli. 

Le attuali normative vigenti concernenti l’uccisione e maltrattamento degli animali prevedono pene inferiori ai tre anni pertanto chi si renderà responsabile di tali delitti mai varcherà la soglia del carcere. Visto che le tematiche sugli animali d’affezione coinvolgono oltre l’80% della popolazione italiana numerosi parlamentari di ogni schieramento politico si ergono a paladini degli animali preannunciando ddl volti a tal senso di fatto però l'attuale legge, ormai inadeguata e non armonizzata ai parametri comunitari, non viene modificata.

"E' solo propaganda politica, è soltanto una farsa. Sappiamo bene che la base dei partiti tutela le industrie, le filiere e gli esercizi commerciali che fanno profitto con il commercio di animali e tutte le Amministrazioni locali con la gestione dei canili comunali. Se dovessero inasprire le pene molti loro amici sindaci, assessori e imprenditori rischierebbero seriamente di andare in galera. C'è un business inimmaginabile dietro il commercio di animali dall'alimentazione alla sperimentazione animale dalla vendita di animali d'affezione ai canili lager che non intendono fermare unicamente per il profitto.  - dichiara il presidente del Partito Animalista Europeo, Stefano Fuccelli - L’uccisione e il maltrattamento di animali compiuti con coscienza e volontà dovranno essere equiparati quanto meno al reato di omicidio colposo aggravato dall’aver agito con colpa cosciente. Allo stato attuale la Legge italiana punisce con la galera un borseggiatore e lascia libero chi uccide un cane. Di fatto il legislatore considera più importante una borsetta piuttosto che un animale. In virtù dell’Art. 13, Titolo II, del Trattato di Lisbona concernente il Trattato sull’Unione Europea e il Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, “…, l’Unione e gli Stati membri tengono pienamente conto delle esigenze in materia di benessere degli animali in quanto esseri senzienti,” ratificato dall’Italia con Legge n. 130 del 2 agosto 2008 chiediamo a tutti i capogruppo parlamentari di volere inserire nell’agenda politica, tra le priorità, la discussione di questa legge ormai inadeguata e considerata ingiusta dall’opinione pubblica. Questo è il motivo di una mobilitazione nazionale a Roma giovedì 22 dicembre ore 14:30 in piazza di Montecitorio , davanti il Parlamento italiano, che vedrà la partecipazione di liberi cittadini, associazioni e movimenti spontanei provenienti da tutta Italia.
 
LINK EVENTO DEL 22 DICEMBRE IN PIAZZA MONTECITORIO https://www.facebook.com/events/1694750230785587/ 


ARTICOLI CORRELATI
Il PAE (Partito Animalista Europeo) in collaborazione con il Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali (NOITA) ha organizzato, nei giorni scorsi, una manifestazione nazionale di protesta
"Ong, Onlus e 5x1000: Hanno creato un Impero sulla pelle dei più deboli"
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del Partito Animalista Europeo
I PIU' LETTI IN POLITICA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
2
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
3
Chiuse le indagini: la Raggi potrebbe rispondere di falso per la nomina di Renato Marra e di abuso d'ufficio per quella di Romeo
4
I controlli dei dipendenti pubblici assenti per malattia da settembre saranno svolti dell'INPS e non più dalle Asl e i medici potranno bussare alla porta dei malati più di una volta al giorno
5
"Era il polmone verde della città di Roma, con un'amministrazione comunale che si dimentica di organizzare la manutenzione, il controllo e la prevenzione"
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]