Mercoledì 22 Maggio 2019 ore 18:44
COMUNE ROMA
Capodanno. Diaco: Stop a botti, più tutela per persone e animali
"Crediamo che la città possa continuare a divertirsi senza che la collettività e gli animali debbano pagare alcun prezzo"

"Questa amministrazione accoglie le numerose richieste dei cittadini: stop a botti e rumori pericolosi per le persone e gli animali. È stata emanata infatti l'ordinanza che dispone il divieto assoluto di botti, petardi e fuochi d'artificio dal 29 dicembre alle 24 del primo gennaio, in occasione dei festeggiamenti del Capodanno. Il potenziale danno acustico, la paura e la conseguente fuga che i fuochi d'artificio inducono in specie animali sia domestiche che selvatiche, devono essere evitati.

Gli animali in preda a crisi di ansia e panico possono fuggire, mettersi in pericolo e creare incidenti stradali". Lo dichiara il presidente della commissione capitolina Ambiente, Daniele Diaco (M5S). "Inoltre evidenze scientifiche dimostrano come le microparticelle di metalli usati per confezionare i colori dei fuochi d'artificio persistano nell'ambiente e possano essere inalati.

Per non parlare del potenziale rischio di incendi che i fuochi d'artificio possono determinare, e delle ripercussioni in termini di pulizia, soprattutto delle strade. Senza dimenticare che ogni anno, a causa dei botti, i pronto soccorso si ritrovano a dover gestire situazione drammatiche- prosegue Diaco- Crediamo che la città possa continuare a divertirsi prevedendo spettacoli di luci senza che la collettività, l'ambiente, le persone, a partire dai bambini, e gli animali debbano pagare alcun prezzo.

Per questo abbiamo deciso che Roma debba dare, come altre città hanno già fatto in passato, un segnale importante di rispetto per tutti: noi e gli altri animali. Nessuna festa sarà quindi rovinata, al contrario sarà resa ancora più bella proprio perché condivisa nel rispetto di tutti".


ARTICOLI CORRELATI
Stop dal 29 dicembre alle ore 24 del 1° gennaio, multe fino a 500 euro
Ai trasgressori sarà applicata la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da euro 150 a euro 500
Altra grana per il sindaco pentastellato
I PIU' LETTI IN POLITICA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
2
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
3
Chiuse le indagini: la Raggi potrebbe rispondere di falso per la nomina di Renato Marra e di abuso d'ufficio per quella di Romeo
4
I controlli dei dipendenti pubblici assenti per malattia da settembre saranno svolti dell'INPS e non più dalle Asl e i medici potranno bussare alla porta dei malati più di una volta al giorno
5
"Era il polmone verde della città di Roma, con un'amministrazione comunale che si dimentica di organizzare la manutenzione, il controllo e la prevenzione"
1
Lettera sulla situazione dei servizi turistici all'interno dei due siti, entrambi riconosciuti Patrimonio Unesco dell'Umanità
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]