Mercoledì 18 Settembre 2019 ore 21:43
Strage Berlino, Anis Amri ha alloggiato ad Aprilia
Sequestrate due abitazioni, si cercano alcune persone che lo avrebbero ospitato nel 2015

Anis Amri, il tunisino autore della strage di Berlino poi deceduto a Sesto San Giovanni al termine di uno scontro con la Polizia, sarebbe stato ad Aprilia. E' quanto emerso dalle indagini della Digos, che hanno indotto la Procura di Roma a disporre il sequestro di due abitazione nella città in provincia di Latina. Il pm Francesco Scavo avrebbe appurato che Amri sarebbe stato ospitato in queste due abitazioni nel 2015.

Gli inquirenti, tra le varie ipotesi in campo, includono anche la possibilità che il tunisino, dopo aver compiuto l'orrendo attentato in Germania ed essere riuscito ad attraversare l'Olanda, la Francia ed essere approdato in Piemonte e Lombardia, fosse diretto proprio nel centro-sud Italia. Per far luce sulla vicenda gli investigatori si sono messi sulle tracce di alcune persone che presumibilmente risiedono ancora nelle case sequestrate e che, dunque, avrebbero ospitato Amri. Un indagine da non sottovalutare, in quanto potrebbe far emergere importanti elementi su un'eventuale rete del radicalismo islamico nel nostro paese.


ARTICOLI CORRELATI
Perquisizioni alla Regione e al Campidoglio: si indaga per associazione per delinquere guidata da ex terrorista dei Nar Carminati
"Sotto il cappotto c'è Silvio" "Prima c'era quello che faceva le corna, mo c'è questo che manco se sa vestì"
Ai campionati europei a Berlino, sono state presentate le eccellenze del territorio, tra cui l'Amatriciana
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Più di un milione di euro per ristrutturare alcuni beni sul territorio regionale appartenuti alla criminalità organizzata
Data di pubblicazione: 2019-09-18 13:49:28
2
Il fatto è avvenuto lunedì sera dopo una lite tra l'uomo e i genitori
Data di pubblicazione: 2019-09-18 11:07:16
1
Le nostre richieste sono rimaste inascoltate, asserragliati dietro a delle transenne, vigilati a vista come i peggior delinquenti dovevamo rimanere lontani dall'incontro
Data di pubblicazione: 2019-09-15 10:51:37
2
Impatto in via Italia nella notte tra sabato e domenica
Data di pubblicazione: 2019-09-16 11:12:48
3
L'oggetto aveva la forma di un ordigno, ma era uno strumento per caricare i telefoni cellulari
Data di pubblicazione: 2019-09-17 11:16:37
4
L'indagine dei militari riguarda noti personaggi della malavita pontina
Data di pubblicazione: 2019-09-16 08:46:54
5
Le organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Fna e Faisa Cisal hanno proclamato uno sciopero della durata di 24 ore
Data di pubblicazione: 2019-09-16 18:12:59
1
Due vetture che viaggiavano su direzioni opposte si sono scontrate frontalmente
Data di pubblicazione: 2019-09-07 09:47:21
2
Le nostre richieste sono rimaste inascoltate, asserragliati dietro a delle transenne, vigilati a vista come i peggior delinquenti dovevamo rimanere lontani dall'incontro
Data di pubblicazione: 2019-09-15 10:51:37
3
Ecco cosa fare prima di uscire di casa per un'evacuazione
Data di pubblicazione: 2019-09-10 13:14:29
4
Le scosse di magnitudo 4.1 e 3.2 sono state avvertite distintamente anche nel Reatino e debolmente nei quartieri settentrionali di Roma
Data di pubblicazione: 2019-09-01 07:06:04
5
Per il personale dell'azienda dei trasporti, in arrivo il ticket elettronico da utilizzare presso tutti gli esercizi convenzionati 
Data di pubblicazione: 2019-09-02 09:41:18
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]