Giovedì 23 Maggio 2019 ore 10:59
OPERAZIONE TIBERIO
Corruzione e associazione a delinquere: 10 arresti nel Pontino
Indagine nata dal mancato intervento da parte del Comune di Sperlonga sugli abusi edilizi sulla realizzazione dell’albergo Grotte di Tiberio

I Carabinieri del Comando Provinciale di Latina, nella mattinata odierna, hanno dato esecuzione a nr. 10 provvedimenti di misura cautelare (nr. 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere e nr. 6 agli arresti domiciliari), emessi dal GIP presso il Tribunale di Latina Dott. Giuseppe CARIO, nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di corruzione ed associazione per delinquere finalizzata alla turbata libertà degli incanti. I provvedimenti sono scaturiti da un’articolata attività d’indagine, avviata dal Nucleo Investigativo e coordinata dal Sost. Proc. presso la Procura della Repubblica di Latina Dott. Valerio DE LUCA, a seguito di approfondimenti relativi al procedimento relativo al mancato intervento da parte del Comune di Sperlonga in relazione agli abusi edilizi connessi alla realizzazione del locale albergo “Grotte di Tiberio”.

Le indagini, condotte inizialmente dalla Stazione Carabinieri di Sperlonga avevano consentito di accertare l’inerzia dei responsabili dell’ufficio tecnico del locale Comune che si erano succeduti nel tempo, nell’avvio della procedura di ripristino dello stato dei luoghi, in applicazione della legge 380/2001, nonostante fosse evidente l’esistenza di un abuso edilizio emerso durante e dopo la realizzazione dell’albergo in parola, peraltro sancito da una sentenza di condanna emessa dalla Corte di appello di Roma nel 2014. In relazione  a tale circostanza era stata ipotizzata anche l’ipotesi di corruzione in capo ai responsabili dell’Ufficio Tecnico del Comune di Sperlonga che si erano succeduti nel tempo.

Nel mese di gennaio del 2016 la Procura di Latina delegava al Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Latina accertamenti finalizzati a sviluppare alcuni aspetti emersi durante le pregresse indagini e approfondire gli illeciti rapporti fra gli indagati. Le investigazioni, svolte dal Nucleo Investigativo in collaborazione con il personale del NORM della Compagnia di Terracina, oltre a confermare la sussistenza dei reati di corruzione in precedenza richiamati, hanno consentito di accertare l’esistenza di un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione dei delitti di turbata libertà degli incanti e alla corruzione, al fine di pilotare le aggiudicazioni delle seguenti gare di appalto e alla valorizzazione del complesso archeologico Villa Prato di Sperlonga per un importo di 700mila euro

- ristrutturazione del Comune di Prossedi (LT) per un importo di 230mila euro;

- affidamento del Servizio di spazzamento delle strade extraurbane del comune di Priverno (LT) per un importo  di circa 40mila euro ;

- restauro dell’istituto scolastico "Don Andrea Santoro" di Priverno di circa 35mila euro.

Le indagini hanno consentito di documentare l’operatività di un vero e proprio sistema corruttivo, attuato da una serie di società che, grazie alla collusione dei responsabili dei procedimenti, riuscivano ad “inquinare” le gare pubbliche di piccole e medie dimensioni tentando, e in alcuni casi riuscendovi, a predeterminare la scelta del contraente.

AGGIORNAMENTO: tra gli arrestati figura anche il sindaco di Sperlonga ed ex presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani

AGGIORNAMENTO 17/01: sono stati resi noti i nomi degli arrestati e degli indagati. A finire in carcere sono:

 -Mauro Ferrazzano 46enne di Nettuno.

- Isidoro Masi, 56enne di Maenza,

- Nicola Volpe, 46enne di Priverno

Ai domiciliari:

Antonio Avellino 47enne di Napoli

Alessandra Bianchi, 58enne di Roma

Domenico D’Achille, 60enne di Priverno

Andrea Fabrizio, 48enne di Fondi

Gian Pietro De Biaggio, 52enne di Latina.

Massimo Pacini, 54enne di Sperlonga
 
“Il Messaggero” ha rivelato anche i nomi degli indagati. Tra questi anche tre cittadini di Artena:

- Massimiliano Petrichella, imprenditore 47enne di Artena, fratello dell’ex sindaco Mario Petrichella nonché ex presidente del Consiglio comunale sotto la giunta del suo parente

- Mario Simoni, 58enne imprenditore

- Oscar Costantini 31enne

Gli altri indagati sono Angelo Maria Frasca, 62 anni, di Priverno; Roberto Marsella, 35 anni di Fondi, Angelo Mingarelli, 52 anni di Priverno, Pietro Ruggieri, 68 anni di Formia, Pietro De Santis, 56 anni di Priverno, Giancarlo Parente, 51 anni di Veroli, Vincenzo Punzo, 56 anni di Napoli, Alessandro Trovarelli 36 anni di Colleferro, Gianni Papa 46 anni di Itri, Giuseppe Benedetti, 59 anni di Nettuno, Graziano Papa, 46 anni di Formia, Francescantonio Faiola, 50 anni ex sindaco di Sperlonga, Aldo Erasmo Chinappi, 77 anni, di Sperlonga, suocero di Armando Cusani, Americo Iacovacci 38 anni di Latina, Rosanna Altobelli 56 anni di Terracina e Rocco Marconi, 59 anni di Priverno. 


ARTICOLI CORRELATI
Inchiesta slegata da Mafia Capitale: i soggetti accusati di corruzione nell'ambito della gestione di alcuni campi nomadi della Capitale
Scoperto un sodalizio dedito alla truffa a danno degli istituti di credito tramite emissione di fatture per operazioni inesistenti
In manette anche l'ex direttore Sergio Legnante. La Mobile:"Appalti truccati e dati su lavori mai realizzati"
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Sequestrati 243 chili di droga
2
I dissidi tra padre e figlia erano frequenti. E' da capire se la giovane donna abbia agito per difendersi da un'aggressione del padre
3
Il padre ha buttato giù la porta, e ha visto il corpo a terra della figlia che non dava segni di vita; inutili i tentativi disperati di rianimarla
4
L'accusa per la 19enne Debora è stata derubricata in eccesso colposo di legittima difesa

5
Da segnalare che all'interno della stazione ferroviaria di Frosinone manca un sistema di videosorveglianza
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]