Mercoledì 18 Settembre 2019 ore 22:31
Roma, Atac, Lavoratori in piazza contro il Concordato. Il piano Raggi
I dipendenti Atac in piazza non accettano la soluzione del concordato offerta dalla Giunta Raggi. La sindaca però ha in serbo un piano "segreto"

"Siamo in piazza per portare la solidarietà ai dipendenti Atac - dichiara Alessandro Mustillo, esponente del Partito Comunista romano - non pensiamo che il Concordato sia la soluzione giusta, rispetto a questa situazione, per i lavoratori: affidare alla magistratura quelle che dovrebbero essere le responsabilità della politica". "Vogliamo difendere il carattere pubblico dell'Atac, che non significa difendere e legittimare una gestione criminale e fallimentare che è stata portata avanti questi anni - spiega Mustillo - chi ne è responsabile deve risponderne, cioè i dirigenti dell'azienda che si sono succeduti, ma le responsabilità non possono essere date ai lavoratori, anzi grazie al loro contributo e sentendo le loro ragioni, si potrebbe costruire un'azienda pubblica molto più efficiente e che garantisca i diritti che dovrebbe garantire un'azienda di trasporto pubblico", conclude.

I dipendenti presenti sulla piazza, mentre si sta svolgendo il Consiglio straordinario sul destino della municipalizzata del trasporto capitolino, non accettano la soluzione prospettata dalla Giunta Raggi del Concordato: "La scelta del Concordato in bianco è la resa della politica alla propria funzione di governo, come alle tante promesse elettorali fatte in nome di un cambiamento che con questa decisione viene tradito. Noi non ci stiamo! Vogliamo essere i protagonisti del risanamento della nostra azienda. Noi siamo per un'azienda che rinasce ricavando dal proprio interno le energie necessarie ad evitarle il baratro che incombe. La mobilitazione di oggi in Campidoglio è solo l'inizio di una lotta democratica, pacifica, molto determinata che si rende necessaria di fronte all'inettitudine di chi porta l'azienda sulla strada della sua dissoluzione", dichiara Stefania Fagiolo, lavoratrice Atac.

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, intervenendo in apertura dell’Assemblea capitolina straordinaria sulla situazione di Atac, ha affermato: “Per effetto di politiche sciagurate negli anni, Atac ha accumulato oltre 1 miliardo di debiti e rischiava il fallimento: noi la salveremo mantenendola saldamente in mano pubblica. Salveremo un patrimonio di tutti i romani e migliaia di posti di lavoro, e rilanceremo un servizio fondamentale per i cittadini della Capitale, i turisti e i pendolari.

E lo strumento per concretizzare questo impegno si chiama concordato preventivo in continuità, con un piano di accordo con i debitori sotto l’egida del Tribunale in base a un piano industriale serio”.

Secondo indiscrezioni, la Giunta comunale ha pronto un piano per l’allungamento del contratto di servizio in house di Atac. Il piano, che sarebbe stato anticipato ai sindacati, sposta in avanti le lancette dell’attuale contratto, la cui scadenza non sarà più nel 2019 ma nel 2023 o 2024. Secondo l'Agenzia Dire, il piano di salvataggio dell'azienda municipalizzata del trasporto capitolino passerebbe dunque per una svolta clamorosa, quella di agganciare la durata del nuovo contratto di servizio a quella del concordato preventivo che sta per partire.


ARTICOLI CORRELATI
"Questo mese i lavoratori di Atac non avranno le loro buste paga, mentre un commercialista romano avrà un ingaggio per accertare i conti aziendali degno di un calciatore"
"Come si può intraprendere la strada del concordato in bianco, senza avere ancora pubblicato il bilancio 2016, senza avere in parallelo un piano industriale serio e chiaro?"
"Bene la proposta avanzata dal gruppo del Pd in Consiglio comunale sulla possibilità di accedere alla legge Prodi per affrontare la crisi dell'Atac"
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Più di un milione di euro per ristrutturare alcuni beni sul territorio regionale appartenuti alla criminalità organizzata
Data di pubblicazione: 2019-09-18 13:49:28
2
Il fatto è avvenuto lunedì sera dopo una lite tra l'uomo e i genitori
Data di pubblicazione: 2019-09-18 11:07:16
1
Le nostre richieste sono rimaste inascoltate, asserragliati dietro a delle transenne, vigilati a vista come i peggior delinquenti dovevamo rimanere lontani dall'incontro
Data di pubblicazione: 2019-09-15 10:51:37
2
Impatto in via Italia nella notte tra sabato e domenica
Data di pubblicazione: 2019-09-16 11:12:48
3
L'oggetto aveva la forma di un ordigno, ma era uno strumento per caricare i telefoni cellulari
Data di pubblicazione: 2019-09-17 11:16:37
4
L'indagine dei militari riguarda noti personaggi della malavita pontina
Data di pubblicazione: 2019-09-16 08:46:54
5
Le organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Fna e Faisa Cisal hanno proclamato uno sciopero della durata di 24 ore
Data di pubblicazione: 2019-09-16 18:12:59
1
Due vetture che viaggiavano su direzioni opposte si sono scontrate frontalmente
Data di pubblicazione: 2019-09-07 09:47:21
2
Le nostre richieste sono rimaste inascoltate, asserragliati dietro a delle transenne, vigilati a vista come i peggior delinquenti dovevamo rimanere lontani dall'incontro
Data di pubblicazione: 2019-09-15 10:51:37
3
Ecco cosa fare prima di uscire di casa per un'evacuazione
Data di pubblicazione: 2019-09-10 13:14:29
4
Le scosse di magnitudo 4.1 e 3.2 sono state avvertite distintamente anche nel Reatino e debolmente nei quartieri settentrionali di Roma
Data di pubblicazione: 2019-09-01 07:06:04
5
Per il personale dell'azienda dei trasporti, in arrivo il ticket elettronico da utilizzare presso tutti gli esercizi convenzionati 
Data di pubblicazione: 2019-09-02 09:41:18
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]