Mercoledì 26 Giugno 2019 ore 00:39
IL RACCONTO
Gf Vip, G. De Lellis: “Mia zia è morta durante il terremoto ad Amatrice"
Quando c'è stato il terremoto, ad Amatrice avevo tutti i parenti tra cui il fratello e la sorella di mia madre. Mia zia non ce l'ha fatta, insieme ad altri parenti”

Risate, gag, divertimento, ma non solo: la seconda puntata del Grande Fratello Vip è stata segnata anche dal racconto di Giulia De Lellis che, in diretta, ha affrontato la drammatica storia della morte della zia durante il terremoto di Amatrice del 24 agosto 2016. "Quando c'è stato il terremoto, ad Amatrice avevo tutti i parenti tra cui il fratello e la sorella di mia madre. Mia zia non ce l'ha fatta, insieme ad altri parenti” ha confidato la ragazza quando Ilary Blasi le ha chiesto di spiegare ciò che aveva già accennato in un momento di confidenze nella settimana a Tristopoli. 

“Sembrava un film” ha detto Giulia quando ha raccontato che alle 6 di mattina di quel giorno ha visto in tv lo zio che scavava e cercava disperatamente di salvare suo figlio, il cugino di Giulia. Oltre a raccontare la tristezza dei momenti immediatamente successivi alla tragedia, la ragazza ha spiegato anche la difficoltà di di dover affrontare la vita senza la zia Wilma e senza una casa per lo zio che “ha perso la sua casa, il suo pub, tutto. Sono venuti a stare da noi, siamo triplicati dentro casa”.

Alfonso Signorini, dallo studio, ha ringraziato Giulia (“Hai parlato di questa tragedia con molta discrezione. Questa è un’occasione per non dimenticare”) e anche Ilary Blasi si è detta commossa e scioccata insieme dal suo racconto. Successivamente, Mattia, il cugino di Giulia, ha raggiunto  per qualche momento la ragazza nella casa per ringraziarla di quanto ha fatto e continua a fare per loro ogni giorno.


ARTICOLI CORRELATI
Frase censurata dal Grande Fratello così come quella di Veronica Graf su Mario Balotelli
La diretta interessata accusa Mia del GF: "Si è inventata tutto, vuole solo notorietà"
“Così come un gigante sembra averti schiacciato con la sua mano, spero in un mago che ti tiri fuori dal su cilindro”
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
E' stata forte la scossa, avvertita anche nei piano terra delle abitazioni. A Colonna segnalate in alcune case del centro, crepe e distacchi di cornicione
2
La tragedia si è consumata intorno alle 2:00, quando il giovane con altri amici ha raggiunto la stazione
3
Inquinamento e diossina, sono ultra nocivi per la nostra salute ma evidentemente essere abituati a incendi di ogni genere, ci lascia quasi indifferenti
4
Il fatto è avvenuto nella mattinata odierna. Al momento si pensa a un cortocircuito
5
Il conducente del mezzo è stato sottoposto agli accertamenti per capire se avesse assunto alcool o droghe
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]