Venerdì 20 Ottobre 2017 ore 16:21
FISCO
Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap va rimborsata dal 1998
La presunzione che l’Orietta nazionale fosse circondata da una struttura stabile o che godesse di un valore aggiunto frutto dell’organizzazione e del lavoro altrui, è definitivamente caduta

La barca sì, ma le tasse no. La signora Orietta Galimberti, meglio nota come Berti, non ha lasciato andare i versamenti all’erario per pagare anni di Irap non dovuta. Ha preso il telefono, chiamato il commercialista, fatto ricorso alla commissione tributaria provinciale e ha perso. Ripreso il telefono, richiamato il commercialista e riperso a Bologna in commissione regionale. La terza volta è andata in Cassazione con l’avvocato Alberto Gambetti di Reggio Emilia, ed è stato un trionfo: saranno rimborsati tutti i versamenti Irap (fin dal 1998), l’Imposta regionale sulle attività produttive. Insomma, aveva pagato troppe tasse; decine di migliaia di euro.

La presunzione che l’Orietta nazionale, mezzo secolo di carriera con 11 partecipazioni a Sanremo, fosse circondata da una struttura stabile o che godesse di un valore aggiunto frutto dell’organizzazione e del lavoro altrui, è definitivamente caduta. Non esiste una Orietta Berti spa, ci sono lei e la sua ugola ed entrambe hanno brillantemente varcato la soglia della settantina. Tutto il resto (agente, segreterie ecc.) è occasionale. A Montecchio, il paesone di 10.600 abitanti tra Parma e Reggio Emilia, l’artista ha brindato per la seconda volta. La prima volta la commissione tributaria regionale le aveva dato ragione ma era stata l’Agenzia delle Entrate ad andare in Cassazione, perdendo. La seconda volta («per le stesse questioni», sottolinea l’avvocato Gambetti) due bocciature in commissione e la vittoria in Cassazione. Non è la prima volta che si alza fino alla suprema corte il contenzioso Irap dei personaggi dello spettacolo.

In molti casi (Michelle Hunziker, Bianca Balti, Luca Laurenti, Alba Parietti) il Fisco ha dovuto soccombere (Corriere della Sera).


ARTICOLI CORRELATI
Il tenore di vita durante il matrimonio, all’ex coniuge non potrà essere attribuito alcun sostegno economico, ove questi sia economicamente autosufficiente
Per la Cassazione non c'è infrazione se il segnale del limite di velocità non viene ripetuto dopo l'incrocio
Accolto il ricorso di un uomo accusato di violenza sulla moglie: le violenze avvenivano solo da ubriaco
I PIU' LETTI IN GOSSIP I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
I risultati, digitando il suo nome, sono collegati a foto hot e siti porno. Lei sbotta: "Non sono una prostituta"
2
Confessione choc a Radio 24: "Sono di estrema destra e alle ultime elezioni ho votato Matteo Salvini"
3
Ironica proposta su twitter di Eliana Guercio, moglie del portiere argentino, in caso di vittoria al Mondiale
4
In Argentina un sondaggio pubblicato dalla versione online del Clarin premia la compagna di Martin Demichelis
5
Frase censurata dal Grande Fratello così come quella di Veronica Graf su Mario Balotelli
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency