Lunedì 24 Giugno 2019 ore 23:38
PRESI ALTRI 2 UOMINI
Rogo Centocelle, fermati in Bosnia 2 uomini per la morte delle 2 bimbe
Sono 2 delle persone che a Centocelle, causarono il rogo della roulotte nella quale morirono 2 bambine di 4 e 8 anni e una ragazza di 20

Nel corso delle prime ore della mattina a Bosanka  Gradiska, località a circa 40 km da Banja Luka, la polizia bosniaca ha individuato e arrestato, in esecuzione di provvedimento restrittivo emesso dall’Autorità Giudiziaria di Roma, Renato Seferovic e Jonson Seferovic, 2 delle persone che nello scorso maggio, nel quartiere di Centocelle a Roma, causarono il rogo della roulotte nella quale morirono 2 bambine di 4 e 8 anni e una ragazza di 20 anni. Gli arrestati sono stati individuati a seguito di attività investigative condotte dalla Polizia di Stato Squadra Mobile di Roma che, in stretta collaborazione con lo S.C.I.P. , Servizio cooperazione internazionale di polizia, ha seguito le loro tracce fino in Bosnia.

Lo stesso servizio ha avviato  uno scambio informativo con il collaterale servizio bosniaco al fine di addivenire alla loro cattura, richiedendo in tal senso l'accredito di  personale della  Squadra mobile romana presente sul posto  al momento della cattura con l'ufficiale di collegamento del competente Dipartimento della P.S. Il provvedimento restrittivo è stato adottato anche per fini estradizionali e la posizione dei due fermati è ora al vaglio delle autorità bosniache. Nei giorni scorsi a Torino erano stati arrestati dalla Squadra Mobile di Roma altri due coautori dello stesso reato.

* Immagine di repertorio


ARTICOLI CORRELATI
Incendio in via Guattari: decedute una 20enne e due bambine di 4 e 8 anni. La Procura indaga per omicidio volontario
Terribile accusa per i genitori di due bimbe di 6 e 8 anni. Le violenze sarebbero state filmate dalla Squadra Mobile
Le bimbe non sono riuscite a sopravvivere alla terribile carambola di ieri, avvenuta a Dragona. L'incidente causato forse da un sorpasso azzardato
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
E' stata forte la scossa, avvertita anche nei piano terra delle abitazioni. A Colonna segnalate in alcune case del centro, crepe e distacchi di cornicione
2
La tragedia si è consumata intorno alle 2:00, quando il giovane con altri amici ha raggiunto la stazione
3
Il fatto è avvenuto nella mattinata odierna. Al momento si pensa a un cortocircuito
4
Inquinamento e diossina, sono ultra nocivi per la nostra salute ma evidentemente essere abituati a incendi di ogni genere, ci lascia quasi indifferenti
5
“Tale decisione è stata presa sia per motivazioni logistiche, sia per espressa volontà di svolgere le esequie a Rocca di Papa in modo tale da consentire a tutta la cittadinanza di partecipare, come il sindaco avrebbe voluto”
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]