Martedì 22 Gennaio 2019 ore 13:14
IL CASO WEINSTEIN
"Perché Asia Argento non nomina il regista italiano che l'ha molestata?"
Vincenzo D'Anna, senatore di Ala: "Per me sono fuori tempo massimo queste denunce, non solo quelle della Argento"

Vincenzo D'Anna, senatore di Ala, è intervenuto questa mattina su Radio Cusano Campus, D'Anna ha commentato le vicende sessuali che stanno sconvolgendo Hollywood e non solo: "Per me sono fuori tempo massimo queste denunce, non solo quelle della Argento ma tutte quelle di questi grandi attori e queste grandi attrici. Se le avessero fatte a tempo debito 25 anni fa probabilmente questo signore, questo mascalzone, avrebbe smesso di molestare le persone e sarebbe stata portata alla luce questa sua inclinazione, questa sua malattia, questa sua perversione. E non avrebbe fatto altre vittime. Invece ho la sensazione che queste abbiano fatto i propri comodi, se lo sono tenuto buono, perché era potente e ha determinato il successo di molte carriere, ritenendo allora di soggiacere a certe avance. Non vedo quale sia l'utilità di raccontare cose dopo 30 anni. E poi ora il fatto che Asia Argento non faccia il nome del regista italiano a cui si riferisce...Un malpensante può credere che dica così proprio perché può averne ancora bisogno, salvo poi rivelarlo il giorno in cui non dovesse averne più bisogno. Dietro agli atteggiamenti di Asia Argento vedo un tatticismo, un comportamento che attinge anche alla furbizia". 

* Foto dal profilo Facebook di Asia Argento


ARTICOLI CORRELATI
Il caso Weinstein ha dimostrato ancora una volta che il mondo del cinema e, più in generale, il mondo del lavoro, non è favorevole alle donne
La più grande mostra internazionale mai realizzata sul tatuaggio dal 2 giugno al 24 luglio
Sarebbe un bluff la storia d’amore del momento tra Fabrizio Corona e Asia Argento
I PIU' LETTI IN INTERVISTE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Sono venuta a lavorare a Roma per pagare le cure di mio figlio. La vita in strada è un incubo, ma presto ne verrò fuori"
2
A "Un Giorno Speciale" su Radio Radio vivace scambio di vedute sulla caccia. Tozzi: "I cacciatori sono dei poveracci"
3
L’abitante delle zone colpite dal sisma ha portato alla luce cose impensabili, inimmaginabili
4
Al Quotidiano del Lazio il giornalista racconta la sua triste esperienza, descritta nel libro "Ho ucciso il Cane Nero"
5
Mario Tozzi: “Chi fa il rabdomante per lavoro è un imbroglione e chi si affida a un imbroglione è un cretino”
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency